Summit Della Valle-Cuadrado, è il tempo della decisione. Ecco i possibili scenari

0



Ancora qualche ora, poi il dado sarà tratto davvero. La Fiorentina e Juan Guillermo Cuadrado si stanno studiando da martedì sera, quando l’abitazione del calciatore colombiano è salita di prepotenza alla ribalta. Eduardo Macia è passato per un saluto a Cuadrado e all’agente, poi le parti si sono riviste nella giornata di ieri. Il dirigente viola ha parlato prima con il giocatore e poi con il procuratore Alessandro Lucci, nel pomeriggio. Impossibile sbilanciarsi, farlo adesso sarebbe un azzardo. L’ottimismo della Fiorentina dovrà essere corroborato dalla voglia di Cuadrado di rimanere ancora a Firenze. Sarebbe inutile, infatti, tenere un giocatore scontento e contro la sua volontà. D’altra parte lo abbiamo capito, il sogno (legittimo) si chiama Barcellona. Ma ad oggi il club blaugrana non è quello più vicino al giocatore. C’è di mezzo il Manchester United e le tessere del puzzle non si incastrano. Manca l’offerta da far girare la testa ai Della Valle ed oltretutto il club inglese non è quello dei sogni del colombiano. Da qui l’ottimismo viola, con Andrea Della Valle che arriverà a Firenze venerdì mattina ed assisterà alla seduta d’allenamento della squadra. Verosimilmente dopo pranzo ci sarà il faccia a faccia con il giocatore e solo allora si metteranno le carte in tavola. Perché credere che fino ad oggi non ci siano stati contatti fra le parti è francamente assurdo, ma un tete a tete Della Valle-Cuadrado chiarirà ogni dubbio. Anche perché poi è attesa una comunicazione ufficiale del numero uno viola, con la città che freme di conoscere la verità. Ed eccoci agli scenari possibili. Niente di nuovo, ci mancherebbe, ma nelle prossime ore ci dovremmo aspettare una di queste soluzioni.

 

1) Il confronto tra Della Valle e Cuadrado potrebbe portare ad un accordo per la permanenza in viola del giocatore, almeno per un altro anno. Andrebbe a finire, in sintesi, come con Toni e Jovetic. Della Valle annuncerebbe di essere riuscito nell’ennesima impresa e partirebbe soddisfatto per le vacanze. Il giocatore volerebbe in Spagna con la Fiorentina, con un sostanzioso aumento d’ingaggio in tasca e con la prospettiva di giocarsi una stagione in viola per poi approdare davvero al Barcellona, che il prossimo anno potrebbe tirare fuori qualche milione di euro in più di quelli che potrebbe spendere adesso.

 

2) Accordo più difficile del previsto. Cuadrado, in questo caso, punterebbe i piedi per andare via e non si farebbe convincere in nessun modo dalle parole di Andrea Della Valle. In quel caso la Fiorentina avrebbe una sola alternativa: imporre al giocatore, ed all’agente, di portare sul tavolo un’offerta di almeno 40 milioni di euro.

 

3) E’ l’ipotesi che è cominciata a serpeggiare ieri, ovvero quella di un niente di fatto. Potrebbe anche accadere di assistere ad un incontro interlocutorio. La Fiorentina farebbe la sua nuova proposta al giocatore, che prenderebbe del tempo per decidere il da farsi e per capire fino all’ultimo se davvero non c’è niente da fare per cambiare aria. In quel caso la Fiorentina metterebbe la sua dead line: non si andrebbe oltre Ferragosto per avere una risposta. Da lì in avanti il giocatore sarebbe fuori dal mercato.

 

A Firenze in tanti (quasi tutti) sognano l’opzione numero 1. Ormai il tempo dell’attesa è finito. La settimana è quella decisiva, poi la Fiorentina comincerà davvero a capire quale sarà la sua veste per la prossima stagione. 

Autore: Alessandro Latini (@LatoAle) – Fiorentina.it