Supercoppa, Miccichè: “Il calcio non fa politica”

27



Il presidente della Lega Calcio ha chiarito la posizione in merito alla Supercoppa italiana in Arabia Saudita

La Lega Calcio ha diramato un comunicato a firma del presidente Gaetano Miccichè che ha voluto chiarire in merito alla Supercoppa italiana che si giocherà in Arabia Saudita.

Sono infatti forti le polemiche legate alla vendita dei biglietti con le limitazioni per le donne.

Ecco dunque un estratto del comunicato di Miccichè: “Il sistema calcio non può assurgere ad autorità sui temi di politica internazionale, né può fare scelte che non rispettino il sistema Paese. Al contrario, è un fondamentale supporto alla promozione del made in Italy e dei suoi valori.

Il calcio non fa politica, ma ha un ruolo sociale, in questo caso di veicolo di unione e comunanza tra popoli che non ha uguali in nessun altro settore.

E voglio precisare che le donne potranno entrare da sole alla partita senza nessun accompagnatore uomo, come scritto erroneamente da chi vuole strumentalizzare il tema: la nostra Supercoppa sarà ricordata dalla storia come la prima competizione ufficiale internazionale a cui le donne saudite potranno assistere dal vivo“.

27
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Marco77
Ospite
Marco77

Vero, fa solo schifo

Toscanagobba1897
Ospite
Toscanagobba1897

Ok, si è diffusa la mania di boicottare la Supercoppa per le limitazioni dei diritti umani in Arabia Saudita.
Delle 5 Supercoppe in Cina, nella lista nera per la violazione dei diritti umani, fregava zero a tutti, ipocriti.

Marco77
Ospite
Marco77

E allora il PD?

Ho visto lo scudo 69
Ospite
Ho visto lo scudo 69

Perchè nn si può andare a gocare una partita in arabia ma si possono fare affari con gli arabi e tra i più proficui è la vendita di armi? Siamo all ipocrisia allo stato puro lanciata da un ipocrita allo stato puro che fa affogare esseri umani con il rosario in mano.

si ruzza
Ospite
si ruzza

è colpa dei gobbi che vogliono giocare lì per interessi economici.

Mario Viola
Ospite
Mario Viola

Ma Salvini, non le blocca le frontiere alle squadre?
Qui, SI, che sarebbe un bell’esempio!

Maxino
Ospite
Maxino

Belle parole. Adesso ci aspettiamo la corsa a prendere il Rolex in omaggio dello sceicco.

Biliapolis
Tifoso
biliapolis

i QUEEN CANTAVANO: the show must go on, per la FIGC l’importante è incamerare qualche milione di euro, che ce ne frega a noi dei diritti civili o dei diritti delle donne.

scettico
Ospite
scettico

Il problema delle donne è secondario, quello che è RIDICOLO è giocare una partita di un trofeo italiano in un paese straniero e con la sola motivazione di accaparrasi più soldi; qui stiamo parlando di competizioni sportive non di vendere un oleodotto; di questo passo il calcio muore definitivamente come successo ad altri sport, pugilato ad esempio, e la colpa è anche delle squadra, fossero gestite da persone serie avrebbero dovuto rifiutarsi solo per il fatto di giocare fuori dall’italia, senza poi considerare l’assurdità di quella competizione

Riccardino da B.go Allegri
Ospite
Riccardino da B.go Allegri

Ah, il problema delle donne è secondario e più importante è il lato calcistico? Poeraccio, quanto ti compatisco…

scettico
Ospite
scettico

Esatto, siccome sai come funziona in quei paesi è RIDICOLO (lo ripeto in maiuscolo) che si vada a fare una partita lì per prendere soldi e poi ci si scandalizzi per questa cosa; non si deve proprio prendere in considerazione il posto e basta, ah già, ma i soldi sono tanti……

Patrizio
Ospite
Patrizio

Lo sport è politica perché incide sulle persone come la politica. Forse non si è accorto che esiste un ministro con delega allo sport. È una vergogna senza se e senza ma! È solo una questione di soldi, il resto sono scuse puerili. Si ricordi del detto degli antichi romani:”panem et circenses”!

Viterboviola
Tifoso
Viterboviola

Povero cialtrone, Micciche: con questo ragionamento dovrebbe giustificare anche il razzismo in campo. Povero Somaro. In quali mani è il calcio italiano…

Articolo precedenteLara (ex ct Colombia) a FI.IT: “Muriel in alcuni aspetti mi ricorda Ronaldo. Può giocare sulla fascia. Importante la fiducia dell’allenatore”
Articolo successivoPazienza: “Muriel ottimo acquisto. Può essere determinante”
CONDIVIDI