Talento, fatica e sorrisi: la corsa di Simeone alla ricerca di un gol

da La Repubblica

5



Giovanni insegue la vita e il pallone. Si sbatte qua e là, fatica, soffre, ogni tanto sorride perché questo gioco gli piace un sacco. Simeone non è un fenomeno. Non ora, o non ancora. È però un centravanti che in campo butta tutto se stesso. Due gol in otto partite non sono molti, anche se corrispondono più o meno alla sua media personale da doppia cifra bassa. Tecnicamente i margini di miglioramento sono notevoli.

Pioli ci ha pensato e ripensato, approfittando del fatto che Saponara è di nuovo out per arretrare un po’ Benassi e avvicinare Chiesa e Thereau a Simeone e alla porta. Il tutto ha dato i suoi frutti domenica scorsa, quando la Fiorentina ha dominato un tempo l’Udinese e sofferto un po’ nel finale, come accade spesso e volentieri. I gol li ha fatti Thereau, ma la vera novità è che il ragazzo argentino questa volta di occasioni ne ha avute eccome.

La sfortuna (un palo) e la mira un po’ sballata gli hanno negato una domenica perfetta, ma questi passi in avanti e il ritocco al sistema di gioco sicuramente lo hanno aiutato a sentirsi meno solo. L’argentino fino a oggi è stato un intoccabile. Sempre titolare, ha avuto momenti felici e partite difficili. Ma un ragazzo giovane e volonteroso può crescere solo giocando.

5
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Lanze67
Tifoso
lanze67

oggi conta vincere ,meno male che sotto di noi ci sono squadre che nemmeno in serie b francese ,con il campionato a 16 si lottava fino alla fine

Macwalt
Tifoso
macGandalf

Bon dieu Pioli da ex difensore avrebbe dovuto essere un mago per la fase difensiva e invece ha equiparato attacco & difesa e tutte e due viaggiano nella mediocrità. Quel maldit “prima non prenderle” è deleterio mentre forse dovrebbe diventare “prima vincere e poi…” Certo se al Cholito gli affiancasse due ali vere – Lo Faso, Chiesa – capaci di crossare dal fondo sarebbe meglio per lui e per tutta la squadra e pure noi ci sentiremmo meglio…sfv

Emidiocinosi
Tifoso
emidiocinosi

Vamos a matar Cholito.

marco mugello
Ospite
marco mugello

8,75 goal a campionato sono molto meno di una doppia cifra bassa… serviamolo meglio…

marco mugello
Ospite
marco mugello

Considerando che la media degli attaccanti è sulle 35 partite per campionato la media di un goal ogni 4 partite di Simeone lo porterebbe a 8, 75 goal a fine campionato….. e Pioli fa i balocchi… siamo anestetizzati anche su Pioli… Sembra un Michelangelo che da gli ultimi minuscoli ritocchi di colore all’affresco della Cappella Sistina di fronte agli sguardi ammirati del mondo…8 partite fatte sono tante, cambiando solo poche virgole… poi vinciamo sulla Crocerossa Vesuviana e tutti felici… Vedremo con Torino e soprattutto Roma di che panni ci si veste… quelle due partite saranno i veri fatti sui quali… Leggi altro »

Articolo precedenteRivoluzione Diritti Tv: meno differenze tra le big e le piccole. Passerà la proposta di Lotti?
Articolo successivoFassone: “Senza Champions cederemo 1-2 top player. Montella a tempo, come tutti”
CONDIVIDI