Tata, abbiamo un problema? I colleghi top hanno un altro rendimento

    0



    TatarusanuQuel pallonetto di testa, beffardo, non era voluto. Cuadrado lo ha ammesso nel post partita, ma in casa viola non cancella l’amarezza per un gol preso e che poteva essere evitato. Tanti gli errori in un’azione sola. L’esterno destro che non riesce a contenere Evra, la difesa che non scivola bene sul secondo palo e costringe Alonso a fare una scelta (trovandosi solo contro due avversari) e Tatarusanu che si ritrova a mezza strada su un cross che non avrebbe mai potuto prendere. Errori di un gruppo, certo, ma alla fine è quello del portiere rumeno che salta di più all’occhio, perché se fosse rimasto in porta, quel colpo di testa gli sarebbe finito tra le braccia. E poi c’è la macchia del secondo gol preso, quello di Mandzkukic. Gli errori, anche qui, sono a catena, ma l’ultimo è sempre di Tata, che ci mette troppo prima di decidere di correre incontro a Dybala e, soprattutto, si butta con il corpo dalla parte sbagliata, lasciando il pallone a disposizione del croato, senza provare a coprire parte dello specchio della porta. Ed oggi Tatarusanu è finito sul banco degli imputati. Tanti i 5 in pagella per lui, ma qualcuno gli ha dato anche 4.

     

    Il problema è che l’estremo difensore viola non sta attraversando un momento di particolare brillantezza. Errori a parte, nelle ultime settimane era balzata all’occhio una certa insicurezza nel gioco con i piedi. Approssimativo, quasi mai preciso nei rinvii. E questo, nel gioco di Sousa, è un bel problema. Le ultime partite hanno evidenziato lacune che già c’erano, tanto che molti hanno apprezzato di più la prestazione di Sepe in Europa League contro il Belenenses. Ma l’impressione è che Sousa non sia convinto fino in fondo di nessuno dei due, anche se la gerarchia è chiarissima ed il titolare rimane Tatarusanu. Voci piuttosto insistenti vogliono la Fiorentina alla ricerca di un portiere per la prossima estate. Un titolarissimo, che faccia la differenza quando la squadra è in difficoltà.

     

    Senza voler buttare la croce addosso a Tata (ha una media voto di 6,09), che pur ha fornito anche buone prestazioni nel corso del campionato (ricordiamo sempre che fisicamente non è al 100% per problemi alla schiena), balza all’occhio che in testa alla classifica ci sono numeri 1 che fanno la differenza. Handanovic (media voto 6,44) è salito agli onori della cronaca più di una volta, così come Reina (media 6,19) e Buffon (6,13). Tutti estremi difensori top player, che raramente incappano in giornate storte e riescono sempre a trasmettere tranquillità alla propria squadra. Discorso a parte per Szczesny (6,29), ieri autore di un’ottima prova, ma anche lui piuttosto altalenante. Insomma, per continuare a sognare (come dice Paulo Sousa) la Fiorentina ha bisogno anche di ritrovare un Tatarusanu versione deluxe. Altrimenti è dura.

    Tatarusanu Juventus

    Commenta la notizia

    avatar
    Articolo precedenteAncora il Tottenham ai 16.mi: SCHEDA degli Spurs
    Articolo successivoSpurs giovani e pungenti Eriksen crea, Kane fa gol
    CONDIVIDI