Tavecchio: “Necessario adeguarsi agli standard europei per la programmazione della Serie A”

5



Tavecchio

Ai microfoni di Radio Rai, Carlo Tavecchio ha parlato della possibilità di dividere in modo diverso il programma delle partite di Serie A: “In Spagna già succede. Il calendario è tutto in funzione dei diritti tv e sui fusi orari del mondo. Bisognerà cercare di compendiare le due cose con un risultato accettabile. Ho visto che in Spagna sono già tre le partite della domenica pomeriggio. E’ un problema di fuso, di vendita di diritti, di mantenimento dei costi stellari delle grandi organizzazioni”.

5
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Claudio Saggini
Ospite
Claudio Saggini

Sarebbe il caso di adeguarci da subito almeno agli standard europei per la divisione dei diritti TV. Sarebbe già un primo interessante passo.
ClaudioSaggini

Viola 1951
Ospite
Viola 1951

Per adeguarsi agli standard europei che lei se ne vada necesse est……

1_cliente
Tifoso
Member

Tavecchio: «”È il nostro obiettivo: Playoff e Playout sono idee innovative, già introdotte nei campionati dilettantistici. Bisogna studiare delle riforme nuove, qualche correttivo per evitare le situazioni che stiamo vivendo ora nella bassa classifica». E se facessimo che la tanta attesa “novità” è quella di darti una pedata sul culo e mandarti finalmente a casa tua, dove faresti danni solo al tuo giardino d’ora in poi? Poi al commissario (straniero) si metterà sul tavolo la vera e unica “riforma per evitare le situazioni che stiamo vivendo ora nella bassa classifica: CAMPIONATO A 16 squadre con 4 retrocessioni, com’era una volta,… Leggi altro »

MoNrOo
Ospite
MoNrOo

Già a 18 non la disdegnerei la serie A. E le quattro retrocessioni le reputo necessarie e senza “paracadute”.

doc rob
Ospite
doc rob

ottimo, finiamo di rovinarlo dando le partite col fuso orario cinese (gli unici che possono aver interesse al campionato italiano)

Articolo precedenteBruno Longhi: “L’allenatore non ha la bacchetta magica, servono società e giocatori forti”
Articolo successivoOrlandini: “Con Babacar niente mezze misure. L’Europa League…”
CONDIVIDI