Tegola Pezzella sulla strada per l’Europa: un mese tra scontri diretti e trasferte complicate. Coppa Italia, il gruppo ci crede

36



Il capitano argentino starà fuori più di un mese per una lesione al legamento collaterale del ginocchio, mentre la Fiorentina si giocherà l’Europa.

“Gli ostacoli ci sono per essere superati. Lavoro duro e presto tornerò“. La prende con filosofia e determinazione German Pezzella, nel giorno in cui l’esito degli esami al ginocchio certifica la sua assenza dai campi per almeno un mese. Un mese/un mese e mezzo di stop, la prima tempistica, dopo l’infortunio contro il Napoli e la stoica permanenza a fianco dei compagni per dare una mano, per quanto possibile, a difendere uno 0-0 che ha fatto esultare come una vittoria. Solo un punto, ma contro una delle più forti del campionato. Fa morale, il pareggio con gli azzurri, ma la classifica si sta pian piano allungando.

TEGOLA. Morale che è stato intaccato nell’ambiente viola dalle notizie su Pezzella. La Fiorentina perde il suo leader in campo, il capitano, e un baluardo tecnico di una difesa che fin qui ha retto molto bene (a parte un paio di passaggi a vuoto). Pioli studierà adesso le contromosse: da Milenkovic spostato centrale (nel suo ruolo naturale) con Laurini a destra, a Ceccherini nel ruolo di German, con il serbo ancora laterale. Oppure lo stesso ex Crotone sulla destra, o magari Dabo sulla fascia (in qualche situazione lo ha fatto contro il Napoli). L’allenatore deciderà di partita in partita, a seconda degli avversari, e a seconda dello stile di gioco da attuare (c’è anche la possibilità difesa a 3). Ma non potrà essere la stessa Fiorentina (la fascia di Astori dovrebbe andare nel frattempo sul braccio di Federico Chiesa). Inevitabile. Pioli perde tanto, specie all’alba di un mese che può essere cruciale per la stagione viola.

LA STRADA PER L’EUROPA. Decimo posto, -6 da Roma, Atalanta e Lazio (tutte appaiate tra 5° e 7° posto) e almeno tre squadre da superare per arrivare all’Europa. Percorso a dir poco tortuoso per una Fiorentina affetta da ‘pareggite’ (ben undici ‘X’ su 23 partite fin qui, primato del campionato): lo 0-0 contro il Napoli è probabilmente stato il più dolce della lunga serie di pareggi, ma la classifica sta passo passo presentando il conto. Serve, insomma, tornare a vincere. Tre soli successi nelle ultime 17 partite di campionato, per 19 punti fatti. Media scarsa, se l’obiettivo è arrivare almeno al 7° posto serve inanellare qualche successo. Domenica la Spal a Ferrara (trasferta insidiosa), con i tre punti come unico risultato positivo. Poi l’Inter al Franchi (domenica 24), quindi la semifinale di andata Coppa Italia con l’Atalanta (mercoledì 27) in casa prima della trasferta di Bergamo in campionato (domenica 3 marzo): una settimana a dir poco intensa, anche perché la domenica successiva al Franchi si presenterà la Lazio. Il ciclo di ferro si chiuderà il 15 marzo a Cagliari: altra trasferta complicata, con i sardi risucchiati nella lotta per non retrocedere.

COPPA. Scontri diretti, trasferte contro squadre che giocheranno con il coltello tra i denti: un mese cruciale per l’Europa, da giocare senza capitan Pezzella. L’argentino, verosimilmente, potrà tornare a fine marzo, dopo la sosta. Al massimo per la trasferta in Sardegna del 15 marzo, se dovesse bruciare le tappe. Nel mezzo, l’andata della semifinale di Coppa Italia contro l’Atalanta. Una strada alternativa per l’Europa? Forse di più. “La Coppa Italia è una competizione che ci dovrà vedere protagonisti. Possiamo farcela. Strada per l’Europa? Sarà difficile in entrambe le competizioni. Ma a questo punto in Coppa sono solo 3 gare, dure, ma solo 3 partite. All’andata in campionato con l’Atalanta abbiamo vinto, anche se sofferto. Ce la vogliamo giocare bene, soprattutto quella d’andata in casa. E adesso sì, la Coppa Italia è un obiettivo”, ha sintetizzato Stefano Pioli. Il gruppo ci crede, sarà dura ma non impossibile. Pronostico aperto, insomma, a patto di vedere la miglior Fiorentina. Il tanto agognato trofeo che torna tra gli obiettivi possibili, pur in una stagione complicata. Con gli infortuni e i tanti delicati impegni ravvicinati, sarà fatta una scelta (a livello di gestione delle energie) tra campionato e Coppa? Chissà, intanto spazio al campionato. Dove tra Spal e Inter la Fiorentina si gioca tanto. Perché le altre, nel frattempo, stanno ricominciando a giocare e a vincere. E il treno per l’Europa non aspetta.

36
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Silvano I vaia
Ospite
Silvano I vaia

L’unica tegola che ha fiorentina sulla strada per l’europa sono i della valle… ma quessta è una (ormai) vecchia storia…

GIULIANO
Ospite
GIULIANO

l’ho scritto anche ieri,ero a casa a guardare su sky la gara di firenze ,con il napoli,e quando ho visto german dopo l’ennesimo duello aereo vinto,ricadere male con il peso tutto su quella gamba li,e di conseguenza ho notato subito immediatamente la torsione innaturale del suo ginocchio,sinceramente parlando ho temuto immediatamente il peggio!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!,infatti poi german si è accasciato a terra,poi si è rialzato ed eroicamente è rimasto in campo,a lottare insieme ai suoi compagni,perchè german è un vero leader,un vero capitano!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!,tuttavia mr pioli,l’ha schierato davanti in attacco,e pezzella aveva tanto dolore,ero molto preoccupato perchè german faticava a correre,e ad appoggiare… Leggi altro »

Andrè the Giant
Ospite
Andrè the Giant

Il gruppo ci crede? benssimo, loro ci DEVONO credere, son pagati anche per questo. Io , invece, non ci credo. Non ci credo perchè non credo nei miracoli. Con questa squadra per andare in eruopa league ci vuole un miracolo. Per vincere la coppa italia ci vuole un miracolo. I miracoli posson capitare, ma la realtà è che non vengono dal cielo:vengono dalla programmazione, dalla solidità, dalla competenza. l’atalanta, per esempio, con il 14° monte ingaggi della serie a, sta facendo un miracolo. Corvino non è stato preso e -ritengo io- non è in grado , di fare programmazione, la… Leggi altro »

GIULIANO
Ospite
GIULIANO

carissimo andre dr giant,tra parentesi ti firmi con il nome di uno dei più grandi wrestler della wwe,una volta ai tempi di andre wwf si chiamava la federazione di stamford,mi ricordo a quei tempi li quando ero giovane,che gli incontri li trasmettevano su italia 1,con il commento indimenticabile del grande dan peterson!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!è che nostalgia ,che tempi,avevo 15 anni,e io ero un super tifoso di hogan!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!,chi può scordarsi l’indimenticabile bodyslam eseguito da hogan ai danni di andre the giant a wrestlemania,quell’immagine li fece il giro del pianeta,e contribuì non poco a far diventare la wwe una federeazione a livello internazionale,e non… Leggi altro »

il foglionco
Ospite
il foglionco

lo sapevi che il grande Hulk Hogan è di origini italiane? Fai una ricerca e vedrai che il vero cognome è italiano

GIULIANO
Ospite
GIULIANO

ma come scusami l’ho anche scritto nel mio messaggio,terry bollea,bollea cognome di origini italiane,certo che sono a conoscenza di tale particolare,e ti ripeto l’ho scritto nel mio messaggio,come purtroppo,la sindrome del gigantismo,ci portò via in età troppo giovane il grande andre de giant!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!,un saluto.

Veleno
Ospite
Veleno

Lo sapete tutti come andrà a finire, ma non vi preoccupate, perché se anche quest’anno non andremo in Europa, ci penserà il mago di Vernole ad indebolire ancora di più questa squadra

REM
Ospite
REM

E invece a giocatori é stato fatto un buon lavoro.
L’allenatore é stato preso quello sbagliato.
Un Nicola avrebbe fatto sicuramente meglio. Non so chi ha deciso di tenerlo ma dopo 5/6 partite era da esonarare. Se poi é stato fatto un discorso “umano” diaciamo cosí é un altra cosa.
Ma qui siamo ai livelli di Delio Rossi

Veleno
Ospite
Veleno

Pioli è l’allenatore giusto per il quasi 7° posto. Questi (la proprietà) non vogliono andare in Europa perché gli costa troppo. Non vi preoccupate, un giorno lo capirete

GIULIANO
Ospite
GIULIANO

la finestra del mercato invernale di gennaio,.a mio avviso,smentisce in pieno la tua teoria.mi spiego meglio,mr pioli nei mesi scorsi,pur non soffrendo dei mal di pancia come paulo sousa nelle interviste in sala stampa,tuttavia mr pioli da bravo tecnico aziendalista,comunque nel confronto quotidiano con il direttore corvino,con freitas,ma anche con la proprietà nelle visite al centro sportivo davide astori da parte di adv,ma anche con il presidente esecutivo mario cognigni,mr pioli in tali confronti parlando delle problematiche viola,e degli aspetti da migliorare,ha chiesto a corvino se era possibile ingaggiare nel mercato invernale,un altro attaccante,ma non per fare numero,o riempire una… Leggi altro »

Silvano I vaia
Ospite
Silvano I vaia

Caro, sno i della valle a volere una fiorentina mediocre. Sai, andare in europa costa…

Santa Proprietà
Ospite
Santa Proprietà

Che problemi ci sono? Hancko ha dimostrato che è autoritario anche come centrale, Laurini e Ceccherini sono calciatori di alto livello, Biraghi a sinistra è pure terzino azzurro, Lafont ormai è una sicurezza… Non capisco come mai non si sia dato via Milenkovic a gennaio per quella botta di offerta. Chissà se ricapiterà l’occasione.

Deaffy
Tifoso
Deaffy

Non sono d’accordo con il clima di troppa attesa che si sta creando per la Coppa Italia, come se il campionato fosse finito…sembra che stiamo tirando i remi in barca per il campionato, lasciando che vada come vada tanto non si sale e non si scende. E non è vero! La classifica in campionato è relativamente corta: con i tre punti a vittoria, ne servono un paio per rientrare nei giochi e non è detto che le altre, solo perchè secondo noi sono “più forti”, automaticamente ci lasceranno là sotto. Ci sono ancora tante partite da qui alla fine, è… Leggi altro »

Potini
Tifoso
Potini

Fammi capire: snobberesti la possibilità di un trofeo per arrivare in Europa League perché reputi le nostre avversarie troppo forti? E allora in Europa che ci si andrebbe a fare? Fra provare a vincere la Coppa Italia ed una partecipazione a vanvera in Europa League, mille volte meglio la prima.

Deaffy
Tifoso
Deaffy

Non mi sono spiegato bene allora. Non snobbo la coppa. Dico di non snobbare il campionato, tutto qui, 1 – se esci dalla coppa e hai perso (deliberatamente) punti in campionato, ti sei dato la zappa sui piedi; considera che la semifinale di andata si gioca senza Pezzella. 2 – se vinci la coppa e in campionato rimani indietro, bene, siamo contenti! Ma è difficilissimo, quasi impossibile 3 – vinci la coppa e in campionato ti piazzi sesto (bonaaaaa!) Brevemente: se punti tutte le fiches su un solo numero, allora può andarti (molto) male o bene; se dividi la puntata,… Leggi altro »

Potini
Tifoso
Potini

Il fatto è che con la rosa attuale DEVI per forza puntare tutte le fiches su un solo numero e sicuramente arrivare in Europa League non è questo fior fiore di traguardo. Direi che una volta ogni tanto, quando capita l’occasione, indipendentemente da come è arrivata (considerare la vittoria per 7-1 un allineamento astrale è riduttivo), sarebbe bene concentrarsi sul presente, visto che sono ormai anni che si guarda solamente al futuro. Mi sembra che a forza di farlo, si siano persi di vista i possibili obiettivi presenti.

Deaffy
Tifoso
Deaffy

Spero che vada come auspichi tu.

Poi però sul sito spero di non leggere commenti a bischero “Ah, se avessimo tentato la risalita in campionato anzichè puntare tutto sulla coppa Italia!” se non si dovesse vincerla, e se non dovessimo arrivare sesti o settimi.

Non capisco perchè con 15 partite mancanti non ci si debba provare. Sarò strano io eh…

Potini
Tifoso
Potini

Le probabilità non sono certo a nostro favore ma se facciamo come quando eravamo secondi in campionato e lasciamo andare un obiettivo vicino per un ipotetico futuro, siamo grulli. Diciamo che la bilancia fra provare a vincere un tanto agognato trofeo ed arrivare ad un piazzamento per partecipare ad una coppa europea che sai già che non vincerai, pende in favore della prima opzione. Poi, naturalmente, tutte le opinioni hanno un valore: io dico la mia. Saluti

Deaffy
Tifoso
Deaffy

Le condizioni sono diverse: all’epoca sarebbero serviti, forse, investimenti. Nulla però mi toglie dalla testa che sousa preparò una partenza sprint, per poi finire col fiato corto la stagione; le dinamiche furono strane, ma la Fiorentina si sgonfiò clamorosamente e anche i giocatori stessi si fecero influenzare da quello che (non) voleva fare più sousa. E non sarebbero serviti i super “campioni” che voleva farci prendere…lisandro, mammana spariti dai radar, come lo stesso sousa del resto. Fu strano quel girone di ritorno, da smobilitazione anche se c’era da giocarsi la stagione successiva. Il punto, però, è che appunto c’era un… Leggi altro »

Potini
Tifoso
Potini

Se da una parte concordo (ho vissuto di persona l’anno di “meglio secondi che ladri”), dall’altra se non ci credessi più, non avrebbe senso continuare a seguire il calcio, per quanto corrotto sia.

GIULIANO
Ospite
GIULIANO

intanto però fenomeni o no,campioni,o no,mammana,o lisandro lopez,ma già dall’estate khaka,andavano presi a mr sousa,poi è tutto da dimostrare come dici tu che non sarebbero serviti,alla nostra causa,e che non saremmo arrivati in champions quell’anno li!!!!!!!!!!!!!!!!!!!,invece noi a prescindere con una fiorentina seconda in classifica,rinunciammo a fare mercato!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!,un vero e proprio come lo chiamo io peccato originale si verificò in quel gennaio del 2016!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!,e paulo sousa aveva tutte le sue ragioni poi di essere insoddisfatto,e contrariato dall’atteggiamento della nostra proprietà,cioè non puoi rinunciare a prescindere,per scelta propria ,a non voler andare in champions!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!,è come tagliarsi gli zebedei da soli,non spendo,non… Leggi altro »

GIULIANO
Ospite
GIULIANO

ma invece di farla la questione tanto complicata,provate a ragionare con la logicità,nessuno afferma di snobbare il campionato,ma come ha detto ieri gianni ceccarelli nel suo editoriale,se poi prosegui in campionato con la pareggite cronica!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!,è perfettamente normale,poi che essendo due le strade per andare in europa,se non ci riesci dal campionato,per forza di cose devi provare a farti largo a spallate dalla coppa italia,altrimenti rimaniamo con il cerino in mano anche quest’anno,mi sembra un concetto di facile comprensione,un saluto.

REM
Ospite
REM

L’Europa sarebbe stata alla portata con un altro allenatore. Con questo timoroso ordinato, che pensa solo al proprio orticello (l’importante é non prenderle quindi faccio giocare sempre gli stessi allo stesso modo) le speranze sono ridotte al lumicino, Se ci va di C. possiamo vincere la Coppa dove il fattore fortuna negli scontri diretti conta piú che in campionato dove devi macinare punti su piú partite. Facciamo un dramma per l’infortunio di Pezzella quando in difesa il nostro cuori di leone giá da tempo avrebbe dovuto far prendere minuti ai giocatori meno impegnati. Ora buttati nella mischia con 2/3 spezzoni… Leggi altro »

ClaudiodaSasso
Tifoso
claudiodasasso

I miei stessi pensieri che ho espresso tante e tante volte. Una rosa deve crescere tutta insieme. Pioli non è adatto a questo tipo di rosa. Fin da subito ha diviso la squadra in titolari e riserve. Dove le riserve erano i più giovani. La crisi di Simeone è stata mortificante per lui, per la squadra e per i tifosi. L’insistenza su di lui veniva fatta passare come un modo per aiutarlo a sbloccarsi, fin quando è arrivato Muriel e allora il buon Pioli non ha esitato a mettere in panchina il Cholito. Stesso discorso dicasi per Edimilson, riserva che… Leggi altro »

REM
Ospite
REM

Infatti il caso Edimilson ne é la riprova . Etichettato come bidone ora passato quasi a futuro fenomeno da riscattare.. I giovani se dotati tecnicamente e/o fisicamente hanno solo bisogno di imparare i tempi della serie A confrontarsi con giocatori di livello su campi che non siano campi di patate possibilmente. Dopo un pó impari i meccanismi e tutto diventa piú semplice all’inizio sei un pesce fuor d’acqua. E se uno non particolarmente dotato tecnicamente come Benassi gioca titolare non vedo perché non lo possa fare Edimilson.. Stesso discorso per Norgaard, meno dotato ma potrebbe essere un utilissima alternativa. Invece… Leggi altro »

maurizio
Ospite
maurizio

State parlando di giocatori mediocri…………forse l’unico più in palla è Benassi è evidente che in questa squdra che non ha ambizioni vanno bene sia Edmilson simeoni biraghi ecc……

Jblk77
Tifoso
jblk77

Certo è una bella sfiga, purtroppo nel calcio prevedibile. Ora però non è che cambi chissà cosa: undicesimi con Pezzella, dodicesimi senza, continueremo a galleggiare nella mediocrità di un progetto creativo anche senza cercare alibi negli infortuni.

Sinapsilondon
Tifoso
Sinapsilondon

È chiaro e comprensibile in questo caso lo sgomento di buona parte della tifoseria perché chiaramente la vittoria della coppa Italia è un impresa TITANICA PAZZESCA DIFFICILISSIMA vedo personalmente il milan vincente questo nulla toglie al nostro dovere incitare i ragazzi e Stefano FORZA RAGAZZI AVANTI COSÌ COMPLIMENTI FORZA VIOLA SEMPRE

No name
Ospite
No name

Fanno bene a crederci perché lo spirito e il dovere di un gruppo di professionisti sono questi a prescindere e ci devono provare anche in campionato. Obiettivamente ammesso che si possa superare l’Atalanta, cosa molto difficile, la coppa è predestinata al milan, squadra che ha trovato la quadra, molto più forte di noi e sopratutto abituata a questo tipo di partite. Noi siamo questi, una squadra a metà e sopratutto senza un gioco che possa sopperire a certe evidenti lacune tecniche.

IOHAHO, VC
Ospite
IOHAHO, VC

Sai com’è… Capita!

Lupo viola
Ospite
Lupo viola

Siamo da decimo posto.stop.

claudio1
Ospite
claudio1

Abbiamo buttato al vento decine di punti siamo al decimo posto con una regressione enorme rispetto allo scorso anno. Da settembre 7 vittorie una miseria… lo scorso anno ne vincemmo 8 di fila

Il Generale
Ospite
Il Generale

Strada per l’Europa? Ma la fate finita di illudere i tifosi…

gangia81
Ospite
gangia81

Dispiace tantissimo per capitan Pezzella che è uno dei migliori e per il contributo che sicuramente dà in spogliatoio. Se dovessimo guardare al bicchiere mezzo pieno direi che meglio si sia fatto male un difensore che in linea di massima siamo più coperti. Spero si rimetta presto e che torni al meglio.

Nicola Bibbiena
Ospite
Nicola Bibbiena

Davvero non capisco perché vi ostinate ad illudere la gente parlando di europa.
Questa squadra non arriverà tra le prime sette, c’è poco da parlare.
Ps mi riferisco al campionato; la coppa, seppur difficilissima, può darci qualche possibilità in più (anche se tra le 4 rimaste siamo la meno forte).

Go.1951
Member
go.1951

Non bisogna mollare mai in nessuna partita….solo questo conta. Si vinca o si perda l’importante è dare tutto….solo così si onora lo sport e si può accettare anche la sconfitta. Forza ragazzi e forza German!

Articolo precedenteLa giornata viola, il riassunto
Articolo successivoQuotidiani: la prima pagina di Qs, Stadio, Gazzetta, Corriere dello Sport, Tuttosport
CONDIVIDI