Tello, corsa e qualità di scuola blaugrana: SCHEDA/VIDEO

    0



    telloE’ Cristian Tello il Mister X per la corsia esterna viola. Scuola blaugrana, nato a Sabadell, in Catalogna, e cresciuto nelle giovanili del Barcellona. Classe ’91, già ad 11 anni nella cantera del Barça. Poi il passaggio per due anni all’Espanyol, nel 2008, e la nuova chiamata dei blaugrana nel 2010. Qui esordisce nel Barcellona B, in Segunda Division, con 9 gol in 39 partite.
    L’anno successivo, 2011/2012, arriva l’esordio in prima squadra, a vent’anni. 22 presenze e 7 gol totali, tra Liga, Coppa del Re e Champions League.
    Dunque arriva la consacrazione al fianco di Messi, Pedro e gli altri: 34 presenze e 8 gol nel 2012/2013, 30 presenze e 5 gol l’anno successivo.
    In totale, fanno 20 gol (e 14 assist) in 86 partite giocate con la prima squadra blaugrana, giocando da esterno (destra o sinistra) nel tridente d’attacco. Lascia il Barcellona con la vittoria di un campionato, una Coppa del Re e una Supercoppa di Spagna.

    Nell’estate 2014 arriva il trasferimento, in prestito biennale, al Porto. Qui è subito, ancora, protagonista. Esordisce con un assist in campionato, mettendo insieme in stagione 37 presenze, 8 gol e 11 assist tra campionato, Champions e coppa di Portogallo. Frenato solo nel finale di stagione da un infortunio che lo mette ko da aprile a metà maggio.
    Nell’attuale stagione 20 presenze su 27 gare a disposizione, ma non più come titolare inamovibile (solo 9 volte titolare). A bilancio un gol e un assist per lo spagnolo.

    25 anni da compiere ad agosto, per un mix di classe, velocità e dribbling. La scuola blaugrana è una garanzia, per il resto ci pensa il talento che Cristian Tello ha dimostrato di avere in questi anni. Corsa e scatti brucianti, qualità nell’uno contro uno da mettere a servizio della squadra: ecco quello che chiedeva Sousa per migliorare la sua Fiorentina.

    Di seguito alcuni video con le giocate di Tello.

    Commenta la notizia

    avatar
      Subscribe  
    Notifica di
    Articolo precedenteTutto fatto per Tino Costa: il centrocampista atteso a Firenze tra oggi e domani
    Articolo successivoAlonso: “Rossi sarebbe miglior acquisto. Kalinic? Ci voleva un centravanti vero”
    CONDIVIDI