Tello: “Ho detto subito si alla Fiorentina. Sono felice”

    0



    TelloPrenderà la parola a partire dalle 13.30 il neo arrivato viola Cristian Tello. Per lui presentazione in conferenza stampa da seguire LIVE su Fiorentina.it

     

    “Fin dal primo momento in cui ho saputo dell’interesse della Fiorentina ho detto subito si. Non giocavo, ed èp stato importante per me sapere che la Fiorentina voleva darmi questa chance. Sono felice di aver fatto questa scelta. Questa per me è una grande sfida, un campionato prestigioso, ed una squadra prestigiosa. La squadra può fare molto bene, può ottenere grandi risultati. Quindi spero di fare bene qua e restarci a lungo”

     

    “La Fiorentina è una squadra molto unita. Tutti mi stanno dando una mano ad ambientarsi. Anzi voglio ringraziare tutti. Bartra? Ci parlo molto spesso, ma non mi ha detto nulla della Fiorentina”

     

    “Ho fatto bene al Porto, dopo esser cresciuto nel Barca. Ero molto felice all’inizio in Portogallo, poi questi primi sei mesi non sono stati molto positivi. Ma sono venuto qua con la massima intenzione di fare bene, e di aiutare la squadra ad ottenere i suoi massimi obiettivi. E’ una grande opportunità per me questa, perchè è un momento importante della stagione, e voglio dare il massimo”

     

    Posizione in campo? “E’ indifferente, gioco sia a destra che sinistra, attendo istruzioni da Sousa”

     

    “Credo di essere un giocatore veloce, abile nel dribbling, e in grado di saper saltare l’uomo con la mia velocità. Penso di poter far bene con le mie qualità”

     

    Il Barcellona? “Ti insegnano a giocare al calcio da bambino, ma anche a diventare una persona importante. Quando ho lasciato il Barca sono maturato. Voglio diventare felice col calcio, e giocare il più possibile. E’ importante avere la fiducia di un grande club, è importante questo per me. E giocare il più possibile. Poi starà a me convincere la società ed il mister a farmi restare qua”.

     

    Il numero 27? “Mi è sempre piaciuto l’11, volevo prenderlo. E’ un numero importante per il rapporto con mia moglie, ma poi ho scelto il 27 per la nascita di mia figlia. E visto che cambiavo esperienza, ho deciso di cambiare anche numero”

     

    A chi mi ispiro? “Mi è sempre piaciuto molto Torres, l’ho sempre ammirato, con grandi doti e capacità. Qui a Firenze sono passati tanti esterni forti, Joaquin, Salah. Credo di poter dire di assomigliare a Joaquin, sull’uno contro uno, sulla velocità…”

    Bartra? “L’ho sentito, mi ha fatto gli auguri per esser venuto qua, a Firenze. E’ un giocatore importante, ha bisogno di giocare e sentirsi importante. E’ difficile per un giocatore lasciare il Barcellona, ma per trovare minuti e crescere dovrebbe provare a lasciare Barcellona”

     

    Termina la conferenza di presentazione