Terim: “Chiesa mi piace molto. Spero che la Fiorentina possa presto dare battaglia alla Juventus”

di Brunella Ciullini - Tuttosport

6



Il tecnico turco questa sera torna per la prima volta da avversario al Franchi in quello che nel 2000-01 è stato il suo stadio

Alla vigilia dell’amichevole tra Fiorentina e Galatasaray Fatih Terim ha toccato molti argomenti. Dalla sua esperienza passata in viola, al calcio italiano di oggi. Un ritorno, quello dell”Imperatore‘ a Firenze sempre speciale e particolare:
«E’ sempre una grande emozione tornare a Firenze, per giunta è la mia prima volta da avversario contro la squadra del cuore insieme a quella che sto allenando adesso. Di tutti i giocatori che ho avuto in quella Fiorentina, stagione 2000-01, conservo bei ricordi, Toldo, Repka, Nuno Gomes, Vanoli, Cois (venuto a trovarlo ieri insieme a Firicano, ndr), un giovanissimo Moretti. Tra i più forti non posso non citare Rui Costa, Torricelli, Di Livio e ovviamente Chiesa».
Tra padre e figlio quante affinità ci sono?
«Tante. Anche se per adesso continuo a preferire Enrico che ovviamente conosco meglio. Parliamo davvero di un grandissimo giocatore, aveva qualità per cui poteva fare tutto e giocare dappertutto, era forte, veloce, imprevedibile, sapeva usare entrambi i piedi e segnare ogni modo, pure su punizione».
In effetti con lei in panchina Enrico Chiesa fece 22 reti, fra cui una doppietta nello spettacolare 3-3 a Torino con la Juve.
«Quel pareggio con i bianconeri lo conservo fra le partite più belle disputate alla guida della Fiorentina insieme alla vittoria per 4-0 al Franchi sul Milan e al successo in rimonta sulla Reggina». 
Federico può arrivare ai livelli del padre e ambire ad una big come la Juventus?
«Federico sta dimostrando di avere tante doti, mi piace molto, è un grande talento che peraltro ho anche potuto ammirare di persona. Ma essendo ancora giovane può e deve ancora crescere molto. Il mio augurio è che possa diventare forte come, se non più del padre. Quanto al suo futuro, stando lontano non è facile dare consigli: indubbiamente la Juventus è la squadra che sta dominando il calcio italiano e con questo ho detto tutto. Però Firenze è una città che dà e merita tanto, merita il meglio…». 
Come vede il calcio italiano? 
«Molto cresciuto anche perché si attacca molto di più. Alla fine vince sempre la Juve ma tante squadre stanno lavorando per dar battaglia: l’Inter di Conte (bravo ma pure Spalletti per me ha lavorato bene), il Napoli, il Milan, forse la Roma. E di questo gruppo spero che presto faccia parte anche la Fiorentina».

6
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Asti_Viola
Tifoso
Asti_Viola

Fu dopo quella partita che il Milan decise che avrebbe fatto follie per avere Rui Costa. Fu semplicemente mostruoso.

Marco
Ospite
Marco

Ma quante interviste gli hanno fatto a terimme?!

Amicocatopleba
Tifoso
amicocatopleba

Imperatore, sapessi quanto lo spero io che la Fiorentina possa dare battaglia ai gobbi. Il 4-0 al Milan resta una delle partite più belle della Fiorentina che io abbia mai visto. Ricordo un Rui Costa sontuoso e tutta la squadra che era uno spettacolo per gli occhi. Grande Imperatore.

Conte-mascetti
Ospite
Conte-mascetti

Io addirittura considero una delle più belle partite dell’imperatore….. la sconfitta in casa col Perugia di cosmi!!!! Che partita!!!!

Dado
Ospite
Dado

Imperatore tieniti pronto che se montella fallisce vieni tu!!!

PIERO
Ospite
PIERO

A fare i cche! Siamo seri.

Articolo precedenteSuso, trattativa a sorpresa tra Fiorentina e Milan ma servono 30 milioni
Articolo successivoPer l’attacco rispunta il nome di Mario Balotelli
CONDIVIDI