Tifosi, tregua a tempo ma poi arriva il duro comunicato

    0



    Tifosi sassuolo Mercato in entrata senza «colpi», cessione di Alonso, bilancio e Fair Play Finanziario. Sono i temi del giorno che tengono banco nel mondo del tifo viola. Rimbalzano su radio e social le impressioni del popolo della Fiorentina che ha umori diversi. Stefano Pucci, presidente dell’ACCVC, non critica il mercato condotto da Corvino: «Mercato deludente? Bisogna vedere da che punto di vista si guarda – ha detto Pucci a Radio Bruno -. Da quello economico, direi che il voto da dare a Corvino è altissimo. Per l’aspetto tecnico, siamo davanti a giocatori che non conosco. Il tifoso non sta molto attento alle informazioni date dalla società di volta in volta. Il tifoso sogna di poter ottenere dopo il mercato una squadra nettamente superiore per poter poi vincere qualcosa. Molti potevano aspettarsi qualcosa di più. Ognuno è libero di prendere le posizioni che preferisce». Pucci poi sottolinea come «col Fair Play Finanziario non si poteva fare di più. Mi auguro che i giocatori arrivati possano portare quel contributo importante che cerchiamo».

    Un’altra campana è quella di Federico De Sinopoli. Il presidente dell’ATF ammette che «nel tifo viola ci sia un sentimento generale di insofferenza e scarsa soddisfazione per quello che è stato fatto in questa finestra di mercato. Una parte del tifo però attenderà quello che dirà il campo, che rimane un giudice sovrano». De Sinopoli non critica «l’opera fatta per rispettare le esigenze di bilancio. La mia impressione è quella che anche questa volta sia mancata una comunicazione corretta su quello che era l’obiettivo di azione della Fiorentina. Rientrare delle finanze per sistemare i conti è stato corretto, non ho però capito perchè questa operazione sia stata fatta tutta in una volta».

    Stefano Sartoni punta invece sull’aspetto della chiarezza dimostrata dalla proprietà prima dell’inizio del mercato. «Quando Corvino è stato riportato a Firenze, la società doveva chiaramente spiegare il lavoro che si stava per fare, cioè vendere e basta – ha detto ‘Passarella’ a Lady Radio -. Adesso dovremo vedere se Sousa è soddisfatto. Come si devono comportare i tifosi? È inutile fare i tifosi da tastiera. Il nostro compito è quello di andare allo stadio e sostenere la maglia. Chi vorrà contestare, lo potrà fare. Io non conosco i giocatori che sono stati presi. Quindi aspetto il giudizio del campo».

    Intanto in tarda serata si è fatta sentire anche la voce della Curva Fiesole con un comunicato ufficiale dai toni duri. Il tifo organizzato ha difeso l’operato di Pantaleo Corvino, ma ha messo nel mirino gli affari dell’estate.