Toccata e fuga per chiedere il 4º posto e confermare Sousa

0



Andrea Della Valle ha fatto sentire la voce del padrone arrivando a Firenze per un confronto con squadra e tecnico dopo gli ultimi risultati deludenti conseguiti dalla Fiorentina. Del resto è ormai noto a chiunque che, quando il gatto non c’è i topi ballano. E quindi è chiaro che una scossa dal vertice, dalla proprietà, in questo senso non può che essere positiva. Anche se, ad onor del vero, è stata piuttosto una toccata e fuga, visto che ADV dopo il confronto con Paulo Sousa e i giocatori, è ripartito subito da Firenze. Invece, quello che servirebbe ad un ambiente “sgonfio”, è una presenza costante. Ma questa è un’altra storia. Quello che interessa, in questo particolare momento della stagione, è salvare il salvabile. Salvare la faccia…
 
È per questo che Andrea Della Valle ha chiesto alla squadra di stringere i denti per fare un finale di stagione dignitoso. O meglio, degno della Fiorentina ammirata nella prima parte dell’anno calcistico con la squadra di Sousa che sembrava davvero potesse ambire a chissà quale traguardo. Al primo posto? No. Al secondo? No. Al terzo? Si, quello era l’obiettivo principale, ma anche quello ormai è saltato. Allora che almeno si raggiunga il quarto posto, onde evitare di arrivare a dover tifare Juventus “per forza” in finale di Coppa Italia. Sì, perché se la Fiorentina dovesse arrivare quinta in campionato, e il Milan dovesse vincere il trofeo, la squadra di Sousa sarebbe costretta a giocare i preliminari di Europa League. Il che  significherebbe rivoluzionare la prossima stagione dal punto di vista della preparazione. E non solo…
 
E allora non resta che fare quello che ha chiesto di fare Della Valle: arrivare quarti. Magari tornando anche a far vedere un bel gioco, cosa che nelle ultime partite proprio non c’è stata. Ma come farà la squadra a ricaricare le pile per queste ultime sei partite se il gruppo è effettivamente stanco mentalmente? Beh, a questo ci deve pensare Sousa, l’allenatore portoghese che sarà il tecnico viola anche nella prossima stagione. O almeno questa è la volontà di ADV. Quello che il patron ha fatto sapere a Paulo durante l’incontro di ieri. Magari ci verrebbe voglia di chiedere allo stesso Sousa cosa ne pensa della volontà della famiglia Della Valle di aprire un ciclo a Firenze insieme a lui. Sì, è vero, gli è già stato chiesto domenica scorsa, dopo la sconfitta di Empoli. Ma ora sarebbe interessante capire se è cambiato qualcosa, ora che ha parlato a quattr’occhi con ADV. La domanda è: Della Valle avrà toccato le corde giuste per convincere Sousa nella bontà del nuovo progetto (o ciclo) viola?
 
C’è chi sarebbe pronto a giurare che Paulo tutta questa voglia di restare non ce l’abbia. E c’è anche chi non crede al 100% alle parole del patron viola, perché si fida più di ciò che vede piuttosto di ciò che viene promesso. La sensazione, senza patteggiare da una parte o dall’altra, è che da qui a fine campionato può succedere ancora di tutto. E che non sia proprio scontata la permanenza in viola di Sousa anche la prossima stagione (ma se dovesse restare per poi andare via l’anno prossimo, potremmo definirlo ciclo, il suo in viola?). Però se la volontà dei signori Tod’s e questa… 
Autore: Michela Lanza – Redazione Fiorentina.it