Toni: “Vedo difficile l’arrivo di Verre a Firenze. Ribery già punto di riferimento”

7



Le dichiarazioni del doppio ex in vista della partita in programma domenica pomeriggio al Bentegodi

Luca Toni, ex attaccante di Fiorentina e Verona ha parlato a L’Arena in vista della gara di domenica al Bentegodi. Queste alcune delle sue dichiarazioni:

“Firenze e Verona sono due città meravigliose che hanno accolto me e la mia famiglia davvero bene. Ho vinto in Italia i marcatori con loro e non con Inter o Juve, faccio per dire. Questo ha ancora più valore”.

VERRE. “Sinceramente penso che la Fiorentina abbia bisogno di tutto, tranne che di un’altra mezza punta o fantasisti. Hanno solo giocatori portati a far benissimo dalla trequarti in su. A me hanno parlato molto bene di Vlahovic, ma Montella preferisce giocare con due punte che non sono veri attaccanti come Chiesa e Franck (Ribery). Lo ribadisco forse perché ho fatto il centravanti ma sono sempre per avere un goleador in squadra. È chiaro che poi ci sono giocatori importanti come Castrovilli e tanti altri. Per questo vedo difficile l’arrivo di Verre”.

COME HA CONVINTO RIBERY. “Franck, nonostante ci si veda poco, è un amico con cui mi sono sempre sentito. Quando ero all’Hellas andavo spesso al Bayern e ci vedevamo a Monaco. Sapevo che lui aveva voglia di far bene e per me la Fiorentina era il club ideale. Poteva andare in luoghi esotici a guadagnare anche di più ma Ribery è di un’altra pasta. Al di là delle sue giocate è un punto di riferimento all’interno dello spogliatoio dei viola”.

GEMELLAGGIO. “Sai ormai i tifosi del Verona sono marchiati. In Italia va così. La curva gialloblù non mi sembra razzista e in città vedo gente di tutte le culture e religioni perfettamente integrate. Nell’era dei social bastano cinque o sei imbecilli che rovinano tutto. Gli andassero a prendere con i filmati. A Verona si vive bene. A me, nonostante avessi vinto un mondiale, mi hanno sempre offeso ovunque in Italia. Credo più per paura che segnassi, non per altro. Però nel 2019 ragazzi smettiamola, dai”.

FIORENTINA O RISOTTO ALL’AMARONE.Mi vien da ridere, non mettetemi in difficoltà è come chiedermi il risultato. Diciamo che a Firenze più della ribollita mi facevo una bella bistecca, mentre a Verona più della pearà, mangiavo il risotto all’amarone. Che bontà. Ora che posso esagerare, mi mangio un bel risotto e un bel piatto di carne, con il vino rosso ma pure lì dove cado, cado sempre in piedi”.

7
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Modena
Ospite
Modena

Toni, grande amico di Salvini, ama Verona.

Mau 46
Ospite
Mau 46

Non è mica un difetto, anzi è un pregio!!!
Comunque mescolare le pere con le mele significa cervello vuoto e furbizia punta!

Nikki
Ospite
Nikki

Toni è salito sul carro dei vincitori del momento, nessuno l’ha chiamato a lavorare nel calcio e quindi s’è buttato in politica….

Ponzio
Tifoso
Ponzio

grande attaccante, niente da dire, ultimo grande bomber, vecchia maniera, visto a Firenze. VLahovic potrebbe essere una sua rivisitazione alla luce dei movimenti e della mobilità richiesta oggi a un attaccante. Speriamo, perché su Pedro invece non mi illudo

Giuseppe
Ospite
Giuseppe

Idiozie ….a Verona ieri non digerivano i meridionale oggi non sopportano i neri… domani avranno problemi con i marziani…la cosa buffa è che prenderanno i voti di meridionali e neri😀… detto ciò… peggio di Salvini esiste solo l’opportunismo di gente simile a Renzi 😐

Veronese Viola
Ospite
Veronese Viola

La politica non c’entra nulla col calcio. La cosa bella di sto gemellaggio è che seppur siano state da sempre due curve con ideali opposti l’amicizia è sempre andata oltre..e poi tutto sto casino per Ballotelli rendetevi conto..sempre forza Viola ed Hellas!!!!

Senzapaura
Tifoso
Senzapaura

E sai, con quella stazza, se dice di mangiare ce ne vuole!

Articolo precedenteVeretout: “Roma? Mia priorità era una grande squadra italiana. Penso spesso ad Astori”
Articolo successivoQui Hellas, allenamento pomeridiano tra campo e palestra in vista della Fiorentina
CONDIVIDI