Tra 3-5-2, 4-3-3, e 4-3-1-2…Le diverse possibili soluzioni viola anti-Sampdoria

    0



    Niente Pasqual, e probabilmente niente neanche Juan Manuel Vargas. L’asse di sinistra di fatto non c’è per la trasferta di Genova per la Fiorentina di Vincenzo Montella che si prepara a sfidare la Samp dovendo fare la conta degli indisponibili. Mancherà anche Gonzalo Rodriguez, squalificato, e con grande probabilità non ce la farà neanche Marvin Compper, infortunato anche lui. Di fatto i disponibili dietro sono Roncaglia, Diakité, Savic e Tomovic. 

    CON LA DIFESA A 4 In caso di difesa a 4, ci sono diverse possibili soluzioni tattiche. Savic in ogni caso starà nel mezzo, mentre gli altri tre potrebbero essere tutti impiegati da centrale o da terzino. L’ipotesi più probabile è Tomovic in mezzo insieme a Savic, con Diakité a destra e Roncaglia a sinistra. Diakité col pallone tra i piedi non è apparso certo essere un fenomeno, e se a destra comunque riesce ad avere un rendimento più o meno accettabile, a sinistra, col sinistro, potrebbe avere ulteriori difficoltà. Roncaglia a sinistra giocò anche a Torino contro il Toro per stare su Cerci, e non sarebbe una soluzione inedita. Tomovic a sinistra invece non convince più di tanto, anche perché non riesce praticamente mai ad usare il piede sinistro. Potrebbe tuttavia essere schierato centrale Diakité accanto a Savic con Roncaglia a sinistra e Tomovic a destra. O viceversa, qualora Montella decidesse di continuare a provare Tomovic a sinistra.

    In caso di difesa a 4 sarebbe poi da decidere come schierare il resto della squadra. Più facile in caso di difesa a 4 il 4-3-3 con Borja Valero, Aquilani ed uno tra Ambrosini e Mati Fernandez (quest’ultimo favorito sull’ex Milan) a centrocampo, Matri davanti, Cuadrado a destra, ed uno tra Joaquin e Matos a sinistra. Più difficile la soluzione 4-3-3 con Cuadrado a sinistra ed Ilicic a destra, anche se è pur vero che Joaquin dopo aver giocato 90’ a Napoli e 80’ col Milan, potrebbe necessitare di un po’ di riposo.

    CUADRADO TERZINO Una possibile soluzione potrebbe anche essere Cuadrado terzino. A quel punto la retroguardia viola sarebbe composta da Cuadrado a destra, Savic e Roncaglia/Diakitè centrali con Tomovic a sinistra. Ed il resto della formazione andrebbe di conseguenza ad accentrare la sua manovra, con un 4-3-2-1 con Borja e Ilicic più alti a supporto di Matri, e Mati-Aquilani-Ambrosini a centrocampo, in attesa di capire se il Pek Pizarro ce la farà o meno.  Potrebbe anche profilarsi l’ipotesi Wolski – Ilicic dietro a Matri, difficile, come l’impiego di Bakic in mezzo al campo.

    CON LA DIFESA A 3 Vista l’emergenza in difesa, Montella potrebbe scegliere di affidarsi alla difesa a 3. Tomovic – Savic – Diakité/Roncaglia, con la coppia di esterni da inventare a quel punto. Joaquin come esterno di centrocampo non ha mai dato troppe garanzie. In questo caso sarebbe comunque 3-5-2, con Ilicic a supporto di Matri. Con la difesa a tre, almeno, un difensore di quelli a disposizione rimarrebbe in panchina pronto ad entrare in caso di necessità.

    Tante, quindi, le diverse possibili varianti tattiche per la gara di domenica a Marassi per la squadra di Vincenzo Montella. A Genova c’è da tornare a vincere.