Tragedie che segnano a lungo: le crisi di Livorno e Siviglia post Morosini e Puerta

12



Sarà molto difficile tornare a parlare di calcio dopo un evento del genere in casa Fiorentina. Si concentra anche su quanto accadde a Livorno e Siviglia il Corriere Dello Sport dopo che scomparvero in campo Morosini da una parte e Puerta dall’altra. Quel Livorno, per quanto avesse una rosa molto importante per la B, fece fatica a salvarsi racimolando ko in serie dopo la tragica morte in campo del Moro. Anche il club andaluso andò incontro a difficoltà psicologiche. Tanti i calciatori che accusarono il colpo, e fu indispensabile per provare a superare quel lutto l’innesto di psicologi nella struttura del club. In questo clima, come detto, dovrà provare comunque a ripartire la squadra di Pioli, anche se al momento in pochi hanno voglia di parlarne.

12
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
marco
Ospite
marco

E’ naturale, umano che la squadra possa avere cuore e cervello da un’altra parte. Oltretutto, volendo essere cinici, al campionato non abbiamo da chiedere più nulla, quindi, da un punto di vista strettamente calcistico, la stagione è come se fosse già finita. Due cose sono però fondamentali: il ritorno di Andrea in pianta stabile allo stadio e la cessazione immediata di qualsivoglia polemica nei confronti della società da parte dei tifosi. C’è bisogno soltanto di vicinanza alla squadra. Tutto il resto sarebbe inaccettabile. Sui Della Valle torneremo a stagione finita. Il tempo non cancella di certo ferite come queste, ma… Leggi altro »

Lucky
Ospite
Lucky

Quoto totalmente il tuo post

vito
Ospite
vito

Domenica l’entrata allo stadio dovrebbe essere libera a tutti , con i dovuti controlli.

Marcello
Ospite
Marcello

Per Lucaroma: vergognati!

woyzeck
Ospite
woyzeck

No, non è affatto un articolo assurdo… la vita dovrà comunque andare avanti, e le preoccupazioni per il futuro sono assolutamente fondate… si rischia di peggiorare una situazione già molto difficile…. è quindi saggio e doveroso interrogarsi sull’immediato futuro, anche per rispetto allo stesso Davide…

PiElle, Fi
Ospite
PiElle, Fi

Sono d’accordo. Fossi un giocatore della Fiorentina, domenica farei molta fatica a concentrarmi sulla partita. Spero che i giocatori reali ci riescano, magari proprio con lo stimolo di rendere omaggio a Astori. Però un supporto psicologico in questi casi è tutt’altro che fuori luogo

Gino
Ospite
Gino

Se non assurdo…….prematuro

Lucaroma
Ospite
Lucaroma

Allibito per l articolo..frutto di insane pippe mentali della redazione..che conta pure le scuregge di un calciatore per capire che esiste o no la possibilità di andare in europa!
Francamente siete indisponenti…..
Sempre a fare previsioni statistiche e considerazioni insulse su questo o quello tabelle ridicole e quant altro.
Oggi con questo articolo addirittura indegni! Vergogna!!!

Batistuta
Ospite
Batistuta

articolo assurdo. Tutto passa in secondo piano rispetto a questa tragedia.

viceversa
Ospite
viceversa

Il modo migliore che hanno i suoi compagni per onorare la memoria di Davide è quello di battersi senza risparmio in campo, come avrebbe voluto il l,oro capitano.

Mirko
Ospite
Mirko

Vorrei lasciare un pensiero oltre che a Davide anche per Marco Longo, scomparso lunedì..un altra storia segnata da un destino crudele e infame, giovane calciatore .. grande bomber… ci hai lasciato a 32 anni e hai lottato fino all ultimo… come facevi in campo che ci trascinavi con la tua immensa grinta…
Ciao Davide.. ciao Marchino… sarete per sempre nel mio cuore…

joretti
Ospite
joretti

Mi sono commosso per Davide e lo sono tutt’ora mentre scrivo e adesso lo sono anche per Marco anche se non ho avuto mai il piacere di vederlo in campo. Quando si tratta di questi personaggi , che ti accompagnano , non solo la domenica, ma tutta la settimana , è come ti venisse a meno uno della famiglia. E poi morti così all’improvviso lasciano il segno.

Articolo precedenteATF: “Domenica venite tutti al Franchi. E’ il momento di stare tutti uniti per Davide”
Articolo successivoDomani Firenze a lutto: bandiere a mezz’asta e saracinesche giù per 10’. Raccoglimento in scuole e uffici
CONDIVIDI