Troppi errori nelle partite decisive: Europa possibile. Fallire a Palermo non concesso

9



Troppe volte, di fronte a partite decisive per alzare l’asticella, la Fiorentina ha fallito. Lo ha fatto nel ciclo Montella, tra finali e semifinali varie, lo ha fatto lo scorso Gennaio, quando in lotta per il primo posto poi si è lasciata sfuggire un’occasione più unica che rara. Certo, questa asticella, è ben più bassa rispetto a quelle sopra citate. Ma la gara di domenica contro il Palermo è di quelle da non fallire. L’occasione di poter davvero rientrare in piena corsa per l’Europa è troppo ghiotta. Come lo era il derby interno contro un Empoli derelitto che si è rianimato proprio al Franchi. Motivo in più, stavolta, per fare bottino pieno contro una squadra ormai in B e che non vince da febbraio, e che in casa ha perso 12 delle 16 gare disputate subendo solo nelle ultime 5 partite ben 17 reti.

Entrare in campo a Palermo con il giusto approccio potrebbe bastare per portare a Firenze i tre punti. Come hanno fatto ad esempio Lazio e Milan che hanno incrociato i rosanero nelle ultime giornate ed hanno archiviato la pratica nei primi minuti di gioco. C’è un dato curioso. Il Palermo nelle ultime 10 partite ha ottenuto 2 pareggi ed 8 sconfitte. Lo stesso score con il quale si presentava a Firenze l’Empoli di Martusciello. Eppure contro gli azzurri l’approccio della squadra di Sousa non è certo stato quello delle gare importanti. Un po’ come è accaduto anche contro l’Inter, a dir la verità. Ed in altre (troppe) occasioni in cui la Fiorentina ha regalato un tempo agli avversari per poi reagire.

Non è ancora chiaro se davanti, a Palermo, ci sarà Babacar o Kalinic. La decisione sul ricorso presentato dai viola contro la squalifica del croato arriverà domani. I precedenti sono discordanti. Da Icardi a Kondogbia passando per Perisic. A qualcuno è stata ridotta, ad altri no. Dipenderà dalle motivazioni sulle quali farà leva la Fiorentina. Anche se in queste situazioni non vanta precedenti ottimi la dirigenza gigliata. Zarate l’ultimo caso in ordine di tempo. Se il ricorso viola verrà accettato tornerà dal 1’ Kalinic. Anche se mettere fuori un Babacar in grande forma potrebbe essere un peccato mortale.

Dietro permangono i dubbi su Gonzalo Rodriguez. Il difensore argentino, ormai prossimo allo svincolo di contratto, non è ancora rientrato a pieno in gruppo. Così come in dubbio è anche Nenad Tomovic. Non ha riportato gravi danni dopo l’Inter, ma dovrà essere valutato. Grande chance per Salcedo, dunque, che a Palermo è chiamato a far vedere di che pasta è fatto in chiave futura. Anche se i rosanero non rappresentano, almeno sulla carta, un avversario certo impossibile dal punto di vista delle marcature difensive, visto che il Palermo ha segnato solo 27 gol in tutto il campionato, per la seconda peggior fase realizzativa del torneo. Che diventa ultima assoluta in casa. Solo 8 i gol messi a segno davanti al proprio pubblico.

Fallire non è concesso. L’asticella adesso è lì, pronta per essere alzata. L’Europa League è ancora possibile. Anche perché poi arriveranno in fila  Sassuolo, Lazio e Napoli per la Fiorentina. E tornare da Palermo senza i tre punti sarebbe un delitto mortale.

9
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Kermit71
Tifoso
KERMIT

ecco il classico articolo prima di una sfida abordabile e che di solito porta una sfiga da paura,lascar perdere per una volta no???

Massimo
Ospite
Massimo

Siamo famosi in tutto il globo terracqueo per far resuscitare i morti! Tocchiamo ferro!

Jostein
Tifoso
Member

Scusate ma vorrei porre una domanda: ma chi se ne frega di andare in europa league se tanto ogni non si costruisce una squadra che possa ambire a vincerla o per lo meno provare a lottare? Chi se ne importa se tanto si esce sempre massimo ai quarti. boh

vergilius
Ospite
vergilius

Francamente si sta esagerando col richiamare i gennaio scorso , quasi fosse l ‘ origine di tutti i problemi tecnici della Fiorentina . Dopo FIORENTINA – NAPOLI ( 29 febbraio 2016 ) , terminata 1-1 , i viola avevano 53 punti in classifica , con un calendari agevole a partire dalla 10 ^ , dopo la trasferta all ‘ Olimpico contro la Roma . Ebbene su 33 punti in palio la squadra ne fece solo 11 ! A Firenze : pari con Verona , Sampdoria , Palermo ; vittoria col Sassuolo , sconfitta con la Juve . Fuori casa :… Leggi altro »

michele
Ospite
michele

Vaglielo a spiegare che siamo arrivati a 17 punti dalla roma terza, sembra che se si comprava mammana si vinceva lo scudetto…

Gigliocaldo
Tifoso
gigliocaldo

beh a riguardo di errori nelle partite decisive anche inter e milan non sono da meno… guardiamo avanti vincere a palermo e sperare che le pericolanti e le squadre in lotta per i posti in europa gli facciano lo sgambetto il calendario del milan non è banale e se il crotone dovesse fare risultato domenica … non dico nulla per scaramanzia

Biliapolis
Tifoso
Active Member

Con i possibili innesti di Chiesa, Saponara e Bernadeschi nel secondo tempo.

Biliapolis
Tifoso
Active Member

A palermo giocheremo con: Tatarusanu, Salcedo Sanchez Astori Milic, Badelj Vecino Valero, Tello Ilicic, Babacar.

Annibale
Tifoso
Annibale

Se c’è Kalinic lo scienziato rimette Baba in panca a crescere,
E si gioca con il 3-2-5 così c’infilano bene bene in contropiede.

Articolo precedenteCagliari: Capozucca via. Branca in pole, ma c’è anche Pradè. Rastelli piace ai viola
Articolo successivoD’Agostino: “A Palermo serve una Fiorentina concentrata. Di Francesco per il salto di qualità”
CONDIVIDI