Troppo brutti per essere veri..A Udine servirà un’altra Fiorentina

0



Brutta, sicuramente la più brutta della stagione, probabilmente anche la più brutta dell’intera gestione Montella. La Fiorentina vista a Cagliari è quasi frustrante da commentare. Impalpabile, senza mai rendersi pericolosa, incapace mai di dare il segnale di poter rimettere in piedi una partita praticamente non giocata,

Per non parlare dei singoli. Malissimo Roncaglia, che dopo aver fatto un ottimo mese di Gennaio è tornato ad essere quello insicuro, impreciso su ogni passaggio, ingenuo nell’episodio che ha deciso la gara con il fallo su Sau, girato spalle alla porta, e apparentemente innocuo nella sua manovra, e mai in grado di dare efficacia alla spinta sulla corsia di destra. Tra lui ed il Tomovic visto nell’ultimo periodo c’è un abisso. Evidentemente da terzino destro non può giocare in una difesa a 4, meglio come centrale in una difesa a 3. Impalpabile Vargas sulla sinistra, senza idee tutti gli altri. Male anche Ilicic, che ha sprecato l’ennesima occasione per dimostrare di essere da Fiorentina, visti i 9 milioni di euro spesi dalla società viola per averlo a Firenze in estate. Male soprattutto la manovra, che non c’è mai stata, anche a causa delle assenze. 

Senza Borja Valero, il miglior Borja Valero, ed il miglior Cuadrado, cosa che per altro in questo 2014 ancora si deve trovare, la Fiorentina proprio non ce la fa a fare il suo gioco.

Mettici poi il turnover, forzato, a causa delle assenze appunto, di Borja Valero dal primo minuto, di Cuadrado, di Ambrosini e Rossi, oltre a Gomez, e ti ritrovi una Fiorentina irriconoscibile. In quest’ottica la scelta di lasciare a riposo Pasqual e di schierare Vargas terzino, in vista di martedì, oppure la scelta Ilicic al posto di Joaquin.

Martedì a Udine dovrà essere tutta un’altra Fiorentina. Al Friuli non sono ammessi errori. La Fiorentina vista stasera deve restare lì, negli archivi, come esempio di ciò che non deve accadere. Adesso, di fronte, per la squadra di Montella c’è un tour de force coi fiocchi:

Udinese-Fiorentina, Coppa Italia, Martedì 4 febbraio 21:00, Fiorentina-Atalanta Sabato 8 febbraio 18:00, Fiorentina-Udinese, Coppa Italia, Martedì 11 febbraio 21:00, Fiorentina-Inter Sabato 15 febbraio 20:45, Esbjerg-Fiorentina giovedì 20 febbraio 19:00, Parma-Fiorentina lunedì 24 febbraio 19:00, Fiorentina-Esbjerg giovedì 27 alle 21:00.

Finale di Coppa Italia, alla portata, e da centrare a tutti i costi, passaggio del turno in Europa League più che alla portata per la Fiorentina, quella vista prima di Cagliari, quella vera, che conoscevamo, e che tale, già da martedì sera, ha il dovere di tornare. 

Autore: Redazione Fiorentina.it

Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
Notifica di
Articolo precedenteUdinese, Pozzo: “Superare la Fiorentina in Coppa Italia ci farebbe tornare in Europa”
Articolo successivoQuotidiani: le prime di QS, CdS, Stadio, Gazzetta, Tuttosport
CONDIVIDI