Ultimo giorno di mercato.. con la speranza che si voglia continuare a puntare per i primi tre posti…

0



La Fiorentina è tornata dalla sfida di Marassi contro il Genoa con un unto, con una gara dove la Fiorentina si è vista solo nella seconda parte del secondo tempo e con la consapevolezza che a questa squadra manca qualcosa. E non solo un difensore.
Rinforzi chiesti da mesi da Paulo Sousa e ultimamente anche dalla stessa squadra. D’altra parte la Fiorentina è vero che nel giro di meno di un mese ha perso 7 punti dalla vetta dalla classifica (era a 1 solo punto adesso sono 8) e sei dalla seconda in classifica, oggi la Juventus, ma è sempre al terzo posto. E gettare al vento tutto questo anche dalla società se non rinforzerà in maniera adeguata la rosa di Sousa.
La vicenda Mammana è ormai sotto gli occhi di tutti. Finito il mercato questa storia avrà degli strascichi, con possibili dimissioni o allontanamenti però fino a questa sera alle 23 la scena sarà del mercato.
La Fiorentina ha in mano De Maio del Genoa. Un difensore centrale che nella squadra di Gasperini fa la riserva. Una trattativa che può essere chiusa in ogni momento. Ecco che nella serata di ieri i dirigenti viola hanno chiesto informazioni per Izzo, sempre del Genoa. Preziosi ha chiesto 8 milioni di euro, cifra considerata troppo alta dalla Fiorentina.
Qualcosa alla fine sarà fatto. C’è chi dice che il difensore centrale arriverà da qualche campionato europeo, vedremo. A Sousa comunque servirebbe un secondo difensore, ecco che allora alla fine le alternative De Maio o Mexes del Milan potrebbero tornare in auge. A centrocampo sarà fatto un ultimo tentativo per Cigarini, per le possibilità di riuscita sono molto basse. Qualche dirigente viola ha avanzato anche l’ipotesi che forse manca un attaccante che possa garantire qualche gol. Nelle ultime gare è diventato uno dei problemi maggiori da risolvere quindi vedremo cosa i dirigenti viola riusciranno a fare. Sempre che si voglia rinforzare una rosa che possa continuare a lottare per i primi tre posti….

 

Autore: Gianni Ceccarelli, Fiorentina.it