Una Fiorentina di carattere, con gli attributi.. che lotta per vincere..

0



Brava, brava e complimenti Fiorentina!!!
Una Fiorentina con carattere, con personalità, con gli attributi. E’ quella che la fredda e glaciale Poznan ha visto contro il Lech.
Una Fiorentina che con il giusto spirito di sacrificio, con la forza del gruppo, con la giusta pazienza è riuscita a vincere in Polonia, riprendere in mano la questione qualificazione e fatto un ulteriore passo di crescita verso quella che deve diventare sempre più una squadra per vincere.
Contro i polacchi non è stata una gara facile, questo perché è assai duro e difficile dove giocare contro squadre come il Lech Poznan che invece di giocare al calcio, almeno provarci, preferiscono alzare le barricate, difendere per 90 minuti, giocare con dieci uomini dietro la linea della palla.
Una prova di maturità che ha fatto felice Paulo Sousa. Al termine della partita il tecnico viola ha voluto elogiare la sua squadra, sottolineando che questo è un gruppo vero, un gruppo che ha gli attributi e voglia di vincere, un gruppo che lotta e lotta sempre.
Un gruppo che a gennaio sarà rinforzato, non a caso le parole del tecnico portoghese sono state molto chiare “La società sa benissimo quello di cui abbiamo bisogno, so che loro stanno lavorando, di conseguenza aspetto che il mercato possa far arrivare i giocatori che noi crediamo ci possano aiutare a crescere e raggiungere gli obiettivi”. Sousa ha usato il plurale e non è un caso. Giocatori che possono dare nuove energie, nuove forze per obiettivi sempre più importanti e prestigiosi.
Oltre a questi Sousa si aspetta che anche alcuni giocatori già in rosa possano migliorare il proprio rendimento. Chi per un motivo, chi per un altro, giocatori come Mario Suarez, Rossi, Kuba, e anche Babacar, Rebic, possono senza dubbio essere giocatori fondamentali, decisivi, unici, per la causa viola.
Lo sanno anche gli stessi giocatori che, ogni giorno che passa, non si risparmiano nel cercare quello che sicuramente possono dare rispetto a quello dato fino a oggi.
Ci sono poi giocatori come Bernardeschi che forse tatticamente non prediligono in sostanza di fare anche il terzino (o tutta la fascia). Ma Sousa gli sta cercando di trovare un nuovo ruolo, alla Florenzi, che però al momento sicuramente non lo fa rendere al massimo.
Infine, c’è chi diceva che era meglio perdere col Lech Poznan per lasciare l’Europa League e puntare tutto sul campionato. Vincere aiuta a vincere, e forse anche per i tifosi viola (almeno una parte) è arrivato il momento di cambiare mentalità, obiettivi, pensieri., senza porsi limiti..il tutto per il bene della Fiorentina
Domenica c’è la Sampdoria, la Fiorentina vuole mantenere il primo posto in classifica….i blucerchiati sono avvertiti..

Autore: Gianni Ceccarelli, Fiorentina.it