Una vita da mediano, Iachini torna nella ‘sua’ Firenze. Sfida l’amico Pioli

da La Repubblica

3



Non picchia più, ma urlare di sicuro urla parecchio. Beppe Iachini, il tecnico col cappellino da baseball incollato in testa, ha esordito con una vittoria alla sua prima sulla panchina del Sassuolo. Aveva davanti il Bari, e ha strappato il passaggio agli ottavi di Coppa al novantatreesimo. Un gol di Politano, ex obiettivo di mercato della Fiorentina, e il ghiaccio si è rotto. Per lui domenica ci sarà il Franchi, lo stadio che lo ha amato di più. E ci sarà Stefano Pioli, col quale aveva giocato nel Verona prima di partire per Firenze.

È passata una vita, e i due nel frattempo hanno tirato su le loro carriere di allenatori tra molta provincia e qualche lampo vincente. C’è da giurare che domenica la Fiesole tornerà a cantare quel coro che faceva sussultare il Franchi nei suoi giorni più felici. «Picchia per noi Beppe Iachini» era un must, e raccontava il senso di una passione fatta di arte, di fantasia, ma anche di quelle vite da mediano spese a guardare le caviglia più del pallone. Chi ama il calcio se la vive così: puoi innamorarti di un inventore di sogni, ma anche di chi permette a quell’inventore di fare il suo mestiere. Ecco perché il temerario Beppe è rimasto nel cuore di chi ha conosciuto quella Fiorentina.

Tanto più che lui era di quelli che fuori dal campo conosceva solo la parola gentilezza, il che lo rendeva ancora più personaggio. E comunque i duri piacciono: perché onorano la maglia, perché la fisicità conta, perché danno un senso compiuto alla sfida, alla lotta.

3
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Marione
Ospite
Marione

Una quindicina di anni or sono lavoravo a Venezia e ho trovato il Beppe in una pizzeria (lui allenava il Venezia era subentrato a Prandelli).
Mi sono alzato dal tavolo dove mangiavo, mi sono avvicinato al suo e gli ho sorriso dicendogli:
picchia per noi Beppe Iachini.
Mi ha guardato e ha risposto: sei un viola? Grande, continua a tifare per la viola, anche io lo faccio.
Ora spero per lui che faccia un buon campionato.
Da lunedì però…………………..

FEDERICO II°
Ospite
FEDERICO II°

Vorrei sapere da chi ne sa più di me perchè porta sempre quel cappellino così ridicolo anche in maniera abbastanza ineducata alle interviste. E’ vero che l’abito non fa il monaco ma a tutto c’è un limite. Grazie!

Gualtiero
Tifoso
gualtiero milano

Forza Beppe. Facci un regalo. Dopo Montella e Bucchi ci starebbe un altro licenziamento. Nell’interesse della Viola e dei suoi tifosi.

Articolo precedenteBonetti (Fiorentina Women’s): “Puntiamo alle prime posizioni. Con la Juve daremo tutto per i tifosi”
Articolo successivoFI.IT, Top & Flop di Novembre: il migliore secondo i tifosi è Chiesa. Male Astori-Badelj
CONDIVIDI