Var, Nicchi: “Deve essere applicato il protocollo. Ma la discrezionalità c’è e resterà”

2



Ancora discussioni sull’uso del Var. Nicchi: “A volte si può sbagliare, ma il protocollo deve essere applicato”

“La discrezionalita’ fa parte del gioco, anche quando un calciatore decide di passare il pallone a destra o a sinistra e’ discrezionalita’. Gli arbitri devono applicare al meglio il protocollo, poi bisogna anche avere comprensione perche’ puo’ capitare di sbagliare qualcosa”. A parlare di Var e del suo impiego e’, ai microfoni di “Si gonfia la rete” su Radio Marte, Marcello Nicchi, presidente Aia. “Non parlo di casi specifici, dico pero’ che gli arbitri provano ad essere uniformi, ma non bisogna dimenticare che siamo all’inizio del secondo anno di applicazione del Var e c’e’ sempre qualcosa da migliorare. Questo strumento ha portato grande giustizia e affidabilita’ nello svolgimento di una partita di calcio. Poi, la perfezione non e’ di questo mondo, ma ci siamo abbastanza vicini”.

 

2
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
AntoNiche
Ospite
AntoNiche

Ma che cavolate dice Nicchi, parla di discrezionalità nell’applicazione del VAR e la confronta con quella del calciatore che può passare la palla a destra o a sinistra non considerando che l’arbitro deve applicare le regole e le regole non fan parte della descrizionalita’

AlessandrodaVada
Tifoso
AlessandrodaVada

Qualcuno aveva ancora dei dubbi?
La discrezionalità è l’esercizio del Potere.

Articolo precedentePruzzo: “Gara da tripla al Franchi. Viola con problemi davanti, ma Roma incostante”
Articolo successivoEx viola, infortunio per Milan Badelj. Distrazione al bicipite femorale
CONDIVIDI