Ventura: “Una partita non cambia la storia: ricordo la sconfitta della Juve a Firenze…”

10



Queste le parole in conferenza stampa a Coverciano del CT della Nazionale italiana Gian Piero Ventura, riportate dal sito di Rai Sport: “Non credo che il calcio italiano esca ridimensionato dalla finale di Glasgow. Il fatto di essere arrivati in finale con un percorso positivo è stato straordinario – spiega Ventura in conferenza stampa – Novanta minuti non cancellano un’intera stagione. È una partita che è stata persa e va accettata”.

“La Nazionale è vicina ai familiari del bimbo in fin di vita e a tutti i feriti di piazza San Carlo. Quanto successo ieri sera è figlio del momento – spiega ancora Ventura – Un petardo diventa una bomba, una bomba un attentato e dunque una catastrofe. Il mondo vive un momento particolare, così come si è visto sempre ieri a Londra”.

Se ho mandato un messaggio a Buffon? No, tanto gli juventini li vedrò domani. Ricordo la partita persa dalla Juve con la Fiorentina. Ero presento al Franchi e i viola vinsero meritatamente. Si disse che la Juve era finita, ma sette giorni dopo fece la miglior partita con l’Atalanta. Non so cosa dirò loro, però zero problemi: una partita non cambia la storia e le carriere. Mi aspetto che i bianconeri arrivino bene fisicamente e con tanta rabbia in corpo, cosa per noi positiva”.

10
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Walter
Ospite
Walter

Sarà, ma non ci credo.
Ieri sera dei gobbi si è salvato il solo Mandzukic
Dybala e Hyguain hanno dimostrato di non avere le palle per essere protagonisti in certe partite.
La difesa ha raggiunto un’età che è più da giardinetti pubblici che da campi di calcio.
Il centrocampo è inesistente da quando hanno venduto per fare plusvalenze sia Pogba che Vidal.
Per tutta una serie di circostanze, riescano ancora a dominare in Italia con la complicità della Lega e delle TV, ma ricordiamoci che questa squadra, non batte chiodo in Europa da ormai 22 anni.
Forza Viola!!!!!!!!!!!!

FabioLAquila
Tifoso
Fabio L\'Aquila

Una squadra che in tre anni arriva in finale di Champions due volte non batte chiodo? Certe volte il tifo è veramente strano. Sarebbe da farci degli studi più approfonditi su certi cervelli.

The globe theatre
Ospite
The globe theatre

Arrivare in finale e perdere vuol dire non battere chiodo..

Walter
Ospite
Walter

Se contano i piazzamenti, all’orecchio contano anche gli scudetti di Corvino.
Forza Viola Viola! ! ! ! ! !

agenzia mastikazzi
Ospite
agenzia mastikazzi

ma ikkè tu vorresti studiare i cervello di uno che scrive come su topolino???

Girolamo Savonarola
Ospite
Girolamo Savonarola

LA VOSTRA BILE E’ IL NOSTRO CIBO, LE VOSTRE SCONFITTE SONO LE NOSTRE VITTORIE!!! NON FARETE MAI IL TRIPLETE!!!!!
L’ESULTANZA DI QUELLE MAGLIE VIOLA VI RESTERA STAMPATO NELLA RETINA!!!!!
SOFFRITE CONIGLI BIANCONERI!!!

Walter
Ospite
Walter

Arrivare in finale e perdere, vuol dire essere il primo dei perdenti. Chiedi a Siena quanto conta arrivare secondi. un caz—— .
Se contassero i piazzamenti, conterebbero anche gli”scudetti” di Corvino.

Viola 1951
Ospite
Viola 1951

Questo è un altro miracolato del calcio nostrano……

Mccoist
Ospite
Mccoist

Hanno giocato a Cardiff in Galles no a Glasgow in Scozia….mah…

violadasempre
Ospite
violadasempre

Sana**** quell’impedito di Ventura la differenza che passa tra Cardiff e Glasgow.
Lui a fatica sa che si trovano in Polonia…

Articolo precedenteJuve, maledizione Champions: perse 7 delle 9 finali giocate
Articolo successivoInfantino: “Juve-Real? Ha vinto la squadra migliore”
CONDIVIDI