Venuti-Iemmello, un po’ di viola a Benevento. Il terzino osservato speciale (da Corvino)

di Duccio Zoccolini - Corriere Fiorentino

9



Venuti Moena

Un po’ di viola domenica prossima al Ciro Vigorito di Benevento ci sarà anche tra i padroni di casa. Tra i giallorossi ci sono due giovani cresciuti nelle giovanili della Fiorentina. Il primo, Lorenzo Venuti è ancora di proprietà del club viola, il secondo, Pietro Iemmello, invece è stato ceduto quattro anni fa. Due storie diverse che si intrecciano.

Venuti è nato a Montevarchi nel 1995 e ha già 79 presenze tra i professionisti, prima a Brescia e poi a Benevento tra B e A, professione: terzino destro. Un ruolo che a Firenze fa discutere più della tramvia, perché da tanto (troppo) tempo manca qualità in quella parte del campo. Una nota dolente che, per esempio, la buona prestazione di un altro fiorentino doc come Cristiano Piccini in Champions con lo Sporting Lisbona ha fatto riemergere. «Perché non lo abbiamo tenuto?», la domanda. Quesito che ora mette in guardia Pantaleo Corvino proprio su Venuti, titolare della squadra di Baroni e uno dei pochi a salvarsi nel pessimo avvio di campionato dei campani. Il dg viola si è mosso in anticipo e gli ha prolungato il contratto fino al 2021, per evitare casi come Capezzi (Samp) e Mancini (Atalanta). Venuti a Firenze vorrebbe tornare da protagonista ed è uno degli osservati speciali anche di Pioli. La Fiorentina potrà riprenderlo pagando un simbolico premio di valorizzazione (500.000 mila euro circa) ai campani, ma tanto dipenderà anche dalla sua stagione.

Iemmelo (classe 1992) invece è un attaccante, campione d’Italia con gli allievi viola nel 2009. Pro Vercelli, Novara, Foggia, Sassuolo e ora Benevento, con qualche passaggio estivo sulle Dolomiti per i ritiri estivi tra i viola. La Fiorentina lo ha lasciato andare nel 2013 per circa 300.000 euro, ora il suo cartellino vale 6 milioni (riscatto fissato per giugno). Per i tifosi viola che se lo troveranno davanti domenica (dovrebbe esser titolare) c’è però una buona notizia. Lui il classico gol dell’ex lo ha già fatto, almeno questo.

9
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Alex l\'ariete
Ospite
Alex l\'ariete

Com Iemmello al posto di Simeone,sai quanti lenzuoli…

Fesposti
Tifoso
Francesco degli Esposti

Ma cosa cuoi che osservi Corvino? Aveva Venuti e Piccini in casa, ed ha speso 10 milioni (senza contare le commissioni agli amichetti) per comprare Diks, Gaspar e Laurini..ma che ha nel capo? Questo ci rovina..

Fabio
Ospite
Fabio

Il problema è capire come mai l’incapace è ancora al suo posto, non solo gli hanno anche allungato il contratto. Ciò significa che alla proprietà non interessa assolutamente niente chi gioca o chi non gioca nella Fiorentina e quale posizione in classifica possa ottenere la squadra, ma gli interessa solamente chiudere il bilancio in attivo. Tutti i brocchi che Corvino acquista da 2 o 3 milioni l’uno incidono poco sul bilancio, tanto qualcuno da vendere per fare cassa ci sarà sempre, adesso ne sono rimasti più pochi, a giugno si potrà far cassa solamente con Chiesa, Veretout e Pezzella.

Francesco Londra
Ospite
Francesco Londra

Ma scusa..Se a loro interessano solo i soldi perche’ allora lo lasciano fare certi scempi?

Francesco Londra
Ospite
Francesco Londra

Sto dicendo che avesse puntato su Piccini e Venuti adesso ci sarebbero 10 milioni in piu’ in cassa..

Alex l\'ariete
Ospite
Alex l\'ariete

Certo che se assumono Corvino e non degli espertoni come voi,siete messi proprio male

Juan
Ospite
Juan

Non so se 6 milioni sia un prezzo giusto, secondo me e’ un po’ tantino, comunque e’
un buon giocatore, l’avevamo in casa e l’abbiamo regalato,
Stessa cosa con Piccini, regalato, se non ricordo male, al Betis ed ora ce lo
ritroviamo in Champions con lo Sporting Lisbona.,
Noi nel frattempo a dare spazio e soldi ai vari Tomovic, Roncaglia, Richards evia cantando……
Certo e’ che per quel ruolo i nostri tecnici, passati e presenti, non hanno mai avuto
grande fiuto-

Frunky69
Tifoso
Edoardo Franchi

sei milioni??

DS parlante italiano
Ospite
DS parlante italiano

È appena un pochino piú del costo di Gaspar.
La differenza però è che Iemmello sa che il pallone è quello tondo e ch il ragazzo con la maglia diversa dalla sua GIOCA CONTRO.
Mi sembra quindi un buon prezzo.

Articolo precedenteMilan, scintille Montella-Mirabelli. E l’Aeroplanino è a rischio
Articolo successivoGli avversari dell’Inter ‘al palo’: 1° in Europa per legni a favore. Anche Veretout… (VIDEO)
CONDIVIDI