Da Veretout a Simeone, la Fiorentina ha nuovamente un patrimonio che i Della Valle dovranno tutelare. Badelj nel limbo

56



Giovanni Simeone segna tre gol al Napoli, batte il suo record in Serie A e regala tre punti alla Fiorentina nel turno più difficile. Così i viola restano pienamente, e con diritto, in corsa per un posto in Europa League e con quattro squadre in quattro punti è ancora tutto da scrivere. Complimenti a questa Fiorentina che contro il Napoli si è tolta anche la bella soddisfazione di vincere (anzi stravincere) contro una big in una partita condotta da protagonista anche prima dell’espulsione di Koulibaly. Dunque giusto e lecito continuare a puntare all’Europa, traguardo insperato quasi un anno fa.

Non serve aspettare la fine della stagione, invece, per capire che la Fiorentina ha nuovamente un patrimonio sportivo da cui poter ripartire la prossima stagione. Da Veretout e Pezzella passando per Simeone, Chiesa, Benassi e non solo, tutti calciatori che in questo campionato sono cresciuti in maniera esponenziale. Da loro si dovrà ripartire (non vendendoli per fare cassa) perché la Fiorentina dopo una rivoluzione profonda avvenuta la scorsa estate ha bisogno di tranquillità e soprattutto di certezze. Sarà come sempre un calciomercato ricco di colpi di scena ma stavolta si parte da una dichiarazione ufficiale e pubblica di Pantaleo Corvino: “La Fiorentina a giugno non avrà bisogno di vendere”. Questo è il punto di non ritorno anche per i Della Valle che negli ultimi mesi stanno provando un vero e concreto riavvicinamento con Firenze. La prossima estate sarà ancora una volta un banco di prova per capire le ambizioni della società e per capire se la Fiorentina farà un passettino avanti (anche dal punto di vista del monte ingaggi) oppure no. I soldi non mancano, anche grazie ai nuovi introiti televisivi, dunque lecito aspettarsi un nuovo modo di fare mercato anche se le offerte per i giocatori sopracitati non mancheranno.

Nel patrimonio sportivo della Fiorentina manca Milan Badelj e non perché non ne sia all’altezza, anzi è lui il cervello della squadra di Pioli e tutto gira intorno alle giocate del croato. Ma Badelj ancora non ha preso una decisione sul suo futuro, resta in silenzio in attesa della fine della stagione, non ha preso altri accordi e non ha scelto cosa fare. Il croato forse aspetta di capire le intenzioni della Fiorentina sul futuro ma per ora rimane in silenzio.

56
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Rothbard
Tifoso
Murray Rothbard

Vu mi parete gli omini verdi di toy story

figther
Ospite
figther

D’accordo in parte 5 buoni, ma buoni vanno comprati: due terzini, un centrocampista e un attaccante. Vendere Gil Dias assolutamente pessimo potrebbe anche giocare a carling e non noteremo la differenza, via Therau inutile, in panca Laurini e Biraghi, via Olivera e Cristoforo

Corso
Ospite
Corso

Ma non era una squadra da B, fatta di brocchi comprati con le vendite di straordinari campioni, e dalla incompetenza della dirigenza. Ma i nostalgici di Gubbio sono espatriati?

Santa Proprietà
Ospite
Santa Proprietà

Infatti lo sono. Se ‘unn’era per Astori, a quest’ora si giocava per la salvezza…

La_sieve
Tifoso
Alessandro

L’ho scritto anche in un altro post… aspettiamo il 20 maggio a scannarci via… questi articoli sono fatti per scatenare polemiche…

PolemicoViola
Ospite
PolemicoViola

Nessuna polemica, Alessandro… E’ la realtà dei fatti. E nessun articolo può creare un problema dal niente. Il problema c’è e basta

Tifosissimo
Member
tifosissimo

l’importante sarebbe evitare lo smantellamento dello scorso anno.
dico questo perché alle parole dei Della Valle faccio veramente molta fatica a credere;
a quelle di Corvino e Gnigni mi risparmio la fatica e non ci credo proprio.
il tutto sentiti i refoli di vento per nulla graditi, dove già si parla e si sparla di Chiesa (ok, non è una novità), ma vengono già dati sotto tiro Pezzella, Veretout, Simeone + il grosso punto di domanda che riguarda Badelj.

Lorenzo
Ospite
Lorenzo

SI PROSPETTA UNA CALDA ESTATE DI PLUSVALENZE!!!!!!!!VAI CORVO !!!!!!

claude
Ospite
claude

che palle .dominano sempre i lenzuolai. perche’ sono tutti gli altri cretini? i dv ..etc avete sputtanato il corvo ed ora tutti vogliono i giocatori in rosa. ma siete proprio indegni di chiamarvi tifosi. vergognatevi. sempre forza viola e tutti uniti

braccinocorto.com
Ospite
braccinocorto.com

Claude, quando si parla di offerte arrivate ai DV per la Fiorentina … non e’ vero, mentre sono vere le notizie sulle presunte offerte per comprarsi i nostri giocatori…

braccinocorto.com
Ospite
braccinocorto.com

Iniziato il lavaggio del cervello dei piu’ creduloni…. se in 16 anni non si ‘ capito il modo di operare dei DV allora non c’e’ speranza….

Niente cittadella e niente terreno gratis!!!

ALE68LEBAGNESE
Tifoso
ALE68LEBAGNESE

la FIORENTINA HA NUOVAMENTE UN PATRIMONIO CHE I DELLA VALLE VENDERANNO

brian
Ospite
brian

Certo che noi viola siamo boni solo a criticare e polemizzare! E credo che molti di noi non sa casa vuol dire ricostuire una squadra e formare un gruppo. Tutti ci ricordiamo come e quando fu messa in piedi la squadra (ultimi giorni di mercato a ritiro quasi alla fine etc etc). Anche io ero deluso dall’andazzo e poco fiducioso. Sapevamo che questo sarebbe stato un anno di transizione (quanti di noi dicevano “cerchiamo di raggiungere presto i 40 punti per salvarci….) gli addetti dicevano che questa era una squadra da 12mo posto e che il prossimo anno la società… Leggi altro »

Articolo precedenteChampions League, la Roma sfiora l’impresa ma non basta. Finale Liverpool-Real Madrid
Articolo successivoQuotidiani: la prima pagina di Qs, Stadio, Gazzetta, Corriere dello Sport, Tuttosport
CONDIVIDI