Vertice e braccio di ferro con Jovetic: l’attaccante deve ridursi l’ingaggio

    0



    Stevan JoveticUn vertice per il futuro in viola di Jovetic. E’ quello che è andato in scena nel tardo pomeriggio di ieri a Milano. Da una parte Corvino e dall’altra parte del tavolo il direttore sportivo dell’Inter Ausilio, spettatore attivo il procuratore del montenegrino Fali Ramadani. Il faccia a faccia – a tre – con il ds è proseguito a oltranza per siglare un accordo per trovare un accordo tutte le parti in causa. Il direttore generale dell’area tecnica viola aveva specificato, prima del contatto, che per firmare sarebbe servito un sacrificio tra le parti. In altre parole si è lavorato per limare l’ingaggio di Jo Jo (circa 4 milioni netti a stagione) e soprattutto per trovare la formula giusta quando Inter e Fiorentina si ritroveranno tra un anno a parlare del riscatto già fissato dai nerazzurri con il City a circa 15 milioni. I viola puntano a una divisione delle spese, con l’Inter, invece, che nicchia. Soprattutto per il riscatto.