Vertice per Di Natale, Parma pronto a trattare per Parolo

    0



    Di Natale - RossiDue, tre cessioni (anche in prestito, ma decisive per abbassare il peso degli ingaggi) e poi la Fiorentina avrà il sostituto di Rossi. E, molto probabilmente, anche il nuovo centrocampista.
    Così mentre si cerca una collocazione ai vari Olivera, Wolski, Bakic e Iakovenko, Pradè e Macia aspettano il via libera di Della Valle per assestare il colpo in entrata, in attacco.
    Due i candidati ’forti’, con la carata a sorpresa di Jovetic sempre dietro l’angolo. Cominciamo dal Papu Gomez. In chiave economica, il Metalist ha fatto sapere ai viola che la soluzione preferita rimane la cessione a titolo definitivo: prezzo del cartellino, 6 milioni.
    Dal Papu a Di Natale. La Fiorentina c’è e l’appuntamento del giocatore con il suo manager è per la metà della prossima settimana. E’ evidente che nello strappo fra Totò e l’Udinese, l’inserimento di Montella e del club viola rappresenterebbe la via d’uscita migliore per il giocatore. E per la Fiorentina che potrebbe così sfruttare Di Natale fino a giugno, senza l’impegno e l’obbligo di garantire al nuovo acquisto (come nel caso di Gomez) un contratto importante per più stagioni.
    Attenzione anche a quello che potrebbe accadere attorno a Ramirez (Southampton). E’ un vecchio pallino dei dirigenti viola e di recente la Fiorentina ha provato a rimettersi sulla scia di Ramirez con l’obiettivo di ridare al giocatore la possibilità di tornare in Italia.
    Due battute anche sul centrocampista. In attesa del nuovo incontro con il Verona (per Jorginho, ma a giugno), in Spagna torna a riprendere quota la candidatura di Banega che sta rompendo con il Valencia.
    Nel frattempo il Parma sembra aprire alla soluzione di una comproprietà ’ricca’ per Parolo. Insomma, se anzichè farsi avanti per il prestito del giocatore, i viola presenteranno un’offerta all’altezza per arrivare alla comproprietà (3 milioni potrebbe essere la cifrà giusta), il Parma ha fatto sapere di essere pronto a trattare.