Hugo: “Mi ispiro a Miranda. Devo capire il calcio italiano. Dovevo arrivare un anno fa poi…”

33



Tempo di presentazioni in casa Fiorentina. Direttamente da Moena prenderà la parola in sala stampa il neoacquisto viola Vitor Hugo, arrivato dal Palmeiras per 8 milioni di euro. Segui qui il LIVE della conferenza alla quale parteciperà anche il club manager della Fiorentina Giancarlo Antognoni.

“Vitor è un difensore centrale forte fisicamente, gioca con tutti e due i piedi. Nasce da squadre minori, la sua consacrazione nel 2015 col Palmeiras. Speriamo tutte queste premesse siano di buon auspicio per la Fiorentina. Una delle sue caratteristiche principali e il suo colpo di testa, in fase difensiva e offensiva” Così l’introduzione affidata a Giancarlo Antognoni.

Giocare con un centrale esperto come Astori può aiutarti a inserirti nella Fiorentina e nel calcio italiano? “Il calcio italiano molto più tecnico di quello brasiliano. Sono convinto che con Astori saremo capaci a fare un bel lavoro. Mi aiuterà molto, questo è un calcio molto diverso da quello brasiliano, dovrò capirlo bene”

Conosci il calcio italiano e se ti ispiri a qualche difensore brasiliano del passato “Il calcio italiano è molto più intenso, strutturato, forte. È uno stile di gioco che mi piace, mi ispiro a Miranda dell’Inter”.

A 26 anni lasci il Brasile, cosa rappresenta per te la Fiorentina? “Io sono contento di essere alla Fiorentina, sono convinto di fare un lavoro migliore di quanto fatto fino a oggi e con la mia esperienza di essere utile alla squadra viola”

Sul nuovo allenatore Stefano Pioli? “È un allenatore molto bravo, sa guidare bene la squadra e sa essere duro quando serve. Lavora molto bene”

Se qualcuno ti ha già parlato di Firenze e sul fatto che sei una persona che apprende velocemente “Firenze è una bella città, Felipe Melo mi aveva parlato molto bene della città. Sto imparando ogni giorno l’italiano, miglioro di giorno in giorno”

Sei ambidestro oppure preferisci giocare col sinistro? “Uso entrambi i piedi indifferentemente e poi tra gli ex viola brasiliano conosco bene Felipe Melo e Dunga”

Sei fino a oggi il giocatore più pagato della Fiorentina e devi sostituire un giocatore come Gonzalo Rodriguez, ti rende orgoglioso tutto questo? “Sono sicuro che Gonzalo Rodriguez ha fatto molto bene alla Fiorentina ma adesso sarà importante quanto riuscirò a fare. Il percorso fatto da lui è da rispettare, adesso toccherà a me”

Se in passato eri già stato cercato della Fiorentina? “Lo scorso anno ero stato contattato ma in quel momento stavo molto bene nel campionato brasiliano al Palmeiras. Alla fine ho deciso di rimanere ma avevo l’accordo che la stagione successiva sarei potuto andare via”

Quali sono gli obiettivi stagionali? “Al momento non si è parlato di obiettivi ma è chiaro che con la squadra cercheremo di fare il meglio possibile. La Nazionale brasiliana? Certo, tutti i giocatori pensano alla Nazionale”.

Come procede il feeling con Astori e con chi hai fino a oggi legato maggiormente all’interno dello spogliatoio? “Ancora è un po’ presto, alcuni giocatori sono arrivati da poco e quindi è presto per trovare una intesa sul campo. Fuori dal campo ho già legato molto con Gaspar e Diakhate.