Vittoria battendo anche la sfortuna. Corvino da oggi a Milano: attenzioni a cessioni e sorprese

    0



    Fiorentina-Chievo Verona 28-08-2016Prima di tutto era importante vincere e alla fine così è stato. Battendo anche la sfortuna con gli infortuni di Vecino dopo 7 minuti, di Tatarusanu nella parte finale del primo tempo e di Sanchez dopo una manciata di minuti nella ripresa. La sfida contro il Chievo Verona nascondeva delle insidie, chiedere all’Inter, ma alla fine la Fiorentina è riuscita a conquistare i tre punti.
     
    In una gara dove i viola hanno dimostrato, rispetto anche alle ultime gare giocate, una crescita anche se ancora deve trovare una loro identità. In questa situazione c’è da registrare con piacere le scoperte di giocatori come Milic e Sanchez, che contro il Chievo ha bagnato il suo esordio dal primo minuto con la maglia viola con il gol vittoria). Non saranno dei campioni, ma per tecnica, spirito di sacrificio, duttilità, dinamismo, hanno dimostrato che in questa Fiorentina ci possono stare e diventare anche protagonisti.

    Secondo alcuni l’assenza dall’undici iniziale di Badelj ha fatto pensare che forse tra i tanti nomi circolati per lasciare Firenze fosse proprio il regista croato. Non è un mistero il pressing delle settimane scorse del Milan. Chissà, potrebbe essere uno dei temi che affronterà da oggi Pantaleo Corvino che sarà a Milano per gli ultimi tre giorni di mercato.

    E mentre oggi al Franchi (ore 16) saranno presentati Cristoforo e Salcedo, gli ultimi due giocatori sui quale Corvino e la Fiorentina hanno deciso di puntare, il Direttore Generale dell’Area Tecnica dovrebbe chiudere la trattativa con l’Inter per riportare a Firenze Jovetic. Poi si dedicherà alle cessioni di Babacar, e forse Mati Fernandez.

    Corvino ama ripetere che il mercato della Fiorentina e praticamente concluso, c’è da credergli come no. La sensazione che abbiamo riscontrato è che qualcosa ancora farà. Chi? Difficile dirlo, di sicuro ci sono 72 ore per scoprirlo