Viviani-Lazzari, osservati speciali. Gara-trappola per i viola, e gli ex pronti allo ‘sgambetto’

6



Sei vittorie di fila e la voglia di non fermarsi. Per l’Europa, per cullare un sogno costruito passo dopo passo, con il sudore e il lavoro quotidiano. Per continuare ad onorare il Capitano, spinta emotiva che coinvolge davvero tutti. La voglia di continuare ad andare oltre i propri limiti, di lottare l’uno con l’altro per un obiettivo comune con gli occhi che guardano al cielo. Allo stesso tempo, però, c’è anche il rischio nascosto in una gara-trappola come quella contro la Spal.

La tensione agonistica non deve calare, insomma, non deve essere da meno di una squadra, quella di Semplici, in piena corsa salvezza e reduce da sei risultati utili di fila. La miglior striscia positiva di questo campionato, per la Spal, che nelle ultime settimane ha fermato Atalanta e Juventus. E all’andata ‘imbrigliò’ i viola a Ferrara. Era un’altra Fiorentina, mancò per larghi tratti quello spirito che contraddistingue adesso il gruppo di Pioli. Domani, vietato commettere errori del genere.

Anche se saranno tanti gli ex pronti a fare lo ‘sgambetto’ ai viola. Primo su tutti Leonardo Semplici, che da tifoso fiorentino ed ex allenatore della Primavera studia ovviamente a come ‘controllare’ l’esuberanza dei viola. Si gioca punti importanti con la sua Spal, non tornerà certamente a Firenze per fare la comparsa. Sul campo, poi, a guidare i ferraresi ci sarà Jasmin Kurtic, che dopo aver fermato l’Atalanta sogna di far punti anche contro un’altra sua ex squadra. Muscoli e corsa per lo sloveno, tecnica che è venuta fuori soprattutto nelle stagioni a Bergamo. Ora a Ferrara sta dando una grossa mano in mezzo al campo: chiamato ad un compito ulteriore domani, visto che non ci sarà Grassi.

In difesa, invece, riecco Felipe Dal Belo. Una vecchia meteora di casa viola: arrivò a peso d’oro dall’Udinese, lasciò segnali non proprio positivi tra Prandelli, Mihajlovic e Delio Rossi. “Sogno di segnare da ex ora che Corvino è tornato a Firenze”, disse un anno fa prima di Fiorentina-Udinese. Un ex dal dente avvelenato, ora punto fermo della difesa di Semplici. All’andata, a Ferrara, sfiorò proprio il gol e, con una spizzata di testa, colpì il palo prima del tap-in vincente di Paloschi.

Partite nella partita. Sul campo ma anche in chiave mercato. Perché in questa Spal ci sono giocatori che da tempo sono nel mirino dei dirigenti viola. Su tutti Federico Viviani, classe ’92 di proprietà del Verona, e Manuel Lazzari, esterno classe ’93 protagonista fin dalla Lega Pro con i ferraresi. Non ci sarà, invece, Alberto Grassi, classe ’95 di proprietà del Napoli: cresciuto nell’Atalanta, sta tornando a buoni livelli dopo mesi complicati. Salterà la sfida del Franchi per infortunio, ma il suo profilo è monitorato anche dai viola sul mercato. Storie che si intrecciano, motivazioni personali e di gruppo. Fiorentina e Spal, passa tutto in 90′.

6
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
marco mugello
Ospite
marco mugello

Occhio alle punizioni magiche di Viviani, anche quelle oblique dalla tre quarti che stanno un sacco in area e poi, gira gira, chi sa come cadono sempre sulla testa di un loro attaccante. Peggio dei missili Cruiser! Questo è uno che da fermo metterebbe da trenta metri un’oliva in una tazzina da caffè. Anche fosse solo per questo, Milencovic domani è meglio!!!!!

Alessandro_Toscana
Tifoso
Alessandro, Toscana

Viviani e Lazzari sono buoni secondo me, anche Viviani come centrocampista se Badelj va via o comunque come vice se rimane. Gran piedi e otima visione di gioco!

michele sozio
Ospite
michele sozio

A centrocampo per il prossimo anno prenderei Bennacer e Krunic che stanno facendo benissimo a Empoli, ma bisogna essere svegli altrimenti qualcuno arriva prima di noi..

Fantagrullo
Ospite
Fantagrullo

Bennacer sarebbe interessante ma dovrebbe andare in prestito per un po’ prima.

Duccio
Ospite
Duccio

a mio parere grassi è da tenere d’occhio, anche se non giocherà contro di noi credo che dall’infortunio si stia riprendendo alla grande e piano piano stia tornando ai livelli di Bergamo

Claude
Ospite
Claude

Ma si parla di limiti sempre,credo che questa squadra abbia una ossturr più che valida.bisogna porre molta attenzione alla spal,affamata e noi con le cosiddette piccole abbiamo lasciato punti pesanti.memento verona.

Articolo precedenteIl padre di Lo Faso a colloquio con Bigica: “Grazie ai tifosi viola per l’affetto” (FOTO)
Articolo successivoDiks sul futuro: “Non conosco i progetti di Feyenoord e Fiorentina. Ma voglio giocare”
CONDIVIDI