Vogliamo regalare a Montella una punta da doppia cifra?

0



Vogliamo regalare a Montella una punta da doppia cifra? La Fiorentina è una squadra costruita per andare in Europa. Su questo non ci sono dubbi. È innegabile. Come è innegabile che le manchi qualcosa là davanti. Più esplicitamente un attaccante che le possa garantire, alla fine del campionato, un bottino di 15-20 gol. Sulla carta, avrebbe a disposizione una coppia mondiale, che le avrebbe dovuto e potuto garantire 25-30 gol a stagione. Ma Mario Gomez e Pepito Rossi non hanno rispettato le aspettative che c’erano nei loro confronti. Il tedesco ha avuto importanti problemi fisici, ma anche adesso che sta bene fisicamente, non riesce ad integrarsi al meglio in questa squadra. O almeno, non riesce ad essere decisivo, in particolare sotto porta (anche se non sempre viene servito a dovere); Pepito, invece, è stato messo fuori causa da infortuni brutti e lunghissimi, tanto che Montella, quest’anno, non ha mai potuto contare su di lui. Allora ha provato a puntare sulla freschezza dei suoi giovani, Babacar e Bernardeschi. Il primo ha fatto vedere buone cose, dimostrando di poterci stare, in questa Fiorentina, ed oggi, nonostante sia fermo ai box per infortunio, è il capocannoniere della squadra (ha segnato 7 reti); il secondo è stato bloccato (anche lui) da un lungo infortunio. Sta di fatto che la Fiorentina non ha una punta che le possa garantire continuità e un numero di gol che servirebbero per portare avanti i suoi sogni europei, per ambire a quel terzo posto tanto acclamato. Non ha un giocatore come hanno quasi tutte le altre compagini che, quando non riescono a vincerla sul piano del gioco, quando non riescono a trovare spazi per costruire un’azione manovrata, tirano fuori dal cilindro la zampata vincente. L’azione personale da tre punti… E allora, la speranza è che, in vista della prossima stagione, si possa sopperire a questa mancanza e che venga portato alla corte di Montella un uomo che possa togliere le castagne dal fuoco in caso di necessità. Che possa scrivere il suo nome sul tabellino dei marcatori con la regolarità che si confà ad un bomber di razza. Perché non si può più prescindere da quei 15-20 gol a stagione. Qualunque sia il suo nome…

Juventus Tevez 20 gol Morata 7 gol Llorente 6 gol

Lazio Klose 12 gol Felipe Anderson 10 gol Djordjevic 7 gol

Roma Ljajic 8 gol Totti 6 gol

Napoli Higuain 15 gol Callejon 11 gol Hamsik 7 gol Zapata 6 gol Gabbiadini 5 gol (12 in totale, con quelli segnati con la maglia della Samp) Insigne 2 gol

Sampdoria Eder 9 gol Gabbiadini 7 gol (12 in totale, con quelli segnati con la maglia del Napoli) Muriel 4 gol

Genoa Falque’s 10 gol Matri 7 gol

Fiorentina Babacar 7 gol Gomez 4 gol Salah 4 gol Cuadrado 4 gol Diamanti 2 gol Ilicic 2 gol Joaquin 2 gol Gilardino 1 gol

Inter Icardi 18 gol Palacio 6 gol Guarin 6 gol

Milan Menez 16 gol Destro 7 gol Honda 6 gol Verona Toni 18 gol Gomez 4 gol

Udinese Di Natale 12 gol Thereau 9 gol Empoli Maccarone 10 gol


Autore: Michela Lanza – Redazione Fiorentina.it