Widmer e Papu costano molto. Iturbe chiama Firenze

    0



    tatarusanu iturbeL’operazione Lisandro Lopez (Benfica) rischia di trasformarsi in un tormentone al contrario – ovvero positivo –. A questo punto tocca solo alla Fiorentina stringere, chiudere il trasferimento e annunciare, magari come regalo di fine anno, l’ingaggio del difensore. Anche perché un attimo dopo la firma di Lopez, i dirigenti viola dovranno puntare a portare nella direzione giusta la trattativa per l’esterno. Sousa ha indicato ai suoi dirigenti tre soluzioni. Nessuna delle quali, per la verità, a basso costo o di facile realizzazione. Widmer (Udinese) sarebbe il tassello giusto, ma per arrivare a strappare il sì dei friulani bisognerà mettere in piedi un investimento (immediato o per giugno) molto pesante. Stesso discorso per il Papu Gomez (Atalanta), mentre per Iturbe (Roma) si potrebbe davvero arrivare a una base di accordo per il prestito e questo permetterebbe alla Fiorentina di evitare di appesantire il bilancio. Non solo. L’operazione Iturbe potrebbe risultare meno complessa anche per un’altra ragione. Il giocatore – che la Roma girerebbe volentieri agli inglesi del Watford – punta a non lasciare l’Italia. Vuole giocarsi una nuova chance nel campionato italiano, Iturbe, e l’occasione di poter trovare uno spazio di sei mesi nella Fiorentina di Sousa è un incentivo diretto per rimandare di qualche giorno ogni discorso con il Watford.

    Commenta la notizia

    avatar
      Subscribe  
    Notifica di
    Articolo precedenteRossi, idea Bologna in prestito. Suarez, cercasi acquirenti
    Articolo successivoSousa ha la cura giusta: ripartire col Chievo per chiudere al meglio il 2015
    CONDIVIDI