Women’s, Cincotta: “Milan squadra forte, andiamo a giocarcela con umiltà e rispetto”

0



Domani alle 12:30 in diretta su Sky Sport il match Milan-Fiorentina.

Ecco quanto dichiarato da mister Antonio Cincotta al canale ufficiale viola: “Il Milan è una squadra letale, forte, è quella squadra rinforzata che l’anno scorso ci ha nettamente staccato in classifica. Andiamo a Milano con grande umiltà e rispetto, ricordandoci del distacco della scorsa stagione con l’obiettivo di avvicinarci alle prestazioni di chi fece così bene in passato”.

Cosa l’ha impressionata di più del Milan? “Prima di tutto è una squadra allenata da chi rappresenta l’icona del calcio femminile italiano nel mondo, per cui per me sarà un orgoglio stringere la mano a coach Morace che incontrerò fisicamente per la prima volta. Con una allenatrice di così alto spessore, la squadra saprà prendere gli insegnamenti che riceverà ed essere ancora più competitiva”.

La Fiorentina ha speso tante energie per la Champions League. Ci dovremo aspettare un turnover o modifiche in rosa rese necessarie dagli impegni europei? Anni fa dopo una grande prestazione in Champions, il Brescia giocò contro il Mozzanica e fu in difficoltà. È successo lo stesso anche a noi nella scorsa edizione, quando faticammo contro il San Zaccaria (oggi Ravenna Woman ndr)”. La storia ci insegna che dopo trasferte così complesse la squadra non può essere al 100%, per cui sarà una Fiorentina consapevole del deterioramento fisico e delle fatiche mentali. Sappiamo cosa fare in questi casi, faremo del nostro meglio anche se il calendario non lo abbiamo potuto scegliere noi. Sarebbe stato utile giocare una gara così difficile come quella contro il Milan senza una trasferta tanto impegnativa prima, perché non dimentichiamoci che per andare a Hjorring ci voglio 11 ore di andata e 11 di ritorno. Questo non vuole essere un alibi, è una constatazione di come ci presenteremo domenica”.

 Prima storica volta per Milan – Fiorentina femminile. Una spinta emotiva in più per un match già affascinante? “Quest’anno il Campionato è pieno di sfide avvincenti che fanno bene al calcio femminile, noi siamo contenti di giocare in palcoscenici così importanti. Il calcio femminile sta crescendo, queste calciatrici – ma non solo le mie, anche quelle di tutte le altre squadre che ho allenato e che abbiamo sfidato – meritano molto di più per l’impegno che mettono per i sogni che hanno legati dentro e fuori dal campo”.