Zarate: “Qui per la Champions. Farò vedere chi sono”

    0



    presentazione ZarateGiornata di presentazione in casa Fiorentina. Mauro Zarate si presenta a stampa e tifosi, direttamente dalla sala stampa dello stadio Franchi alle ore 13.45. Queste le sue prime parole da giocatore viola:
    Quanto sei felice di essere tornato in Italia?
    “Sono molto felice di avere questa grande opportunità in una grande squadra. Sono felice di poter dimostrare il giocatore che sono, mi voglio mettere in gioco per fare di nuovo bene. L’esperienza in Inghilterra è stata bellissima, tutto era molto professionale. Però non mi trovavo bene nel ruolo che avevo, quindi ho deciso di venire qui a giocare nel mio ruolo, che è quello dell’attaccante”.
    L’ambiente viola?
    “E’ stato bellissimo, lo stadio domenica, come anche il centro sportivo. E’ tutto molto bello”.
    Cosa ti ha spinto a scegliere Firenze?
    “Volevo tornare a fare bene in Italia, in una squadra che lotta per lo Scudetto e per entrare in Champions. Ci sono tante cose belle qui”.
    Dybala e Higuain?
    “Un argentino deve essere contento se due connazionali fanno così bene. Sono due grandissimi attaccanti, penso che Higuain sia il centravanti più forte del mondo”.
    Sei cambiato? Sei stato descritto come una testa calda…
    “Avere dei figli mi ha fatto crescere, adesso sono più tranquillo. L’anno alla Lazio mi ha toccato tantissimo, poi ho ricominciato a fare bene in Argentina ed in Inghilterra. Adesso sono qui, felice e con voglia di fare bene”.
    Quali errori hai fatto in carriera?
    “Tanti ne ho fatti, compreso andare in Qatar a 19 anni. Non ho perso tantissimo tempo, ma è stato un errore. Il ruolo? Mi piace giocare attaccante, liberamente, senza avere riferimenti. Ne abbiamo già parlato con il mister. In Inghilterra mi facevano giocare fuori ruolo”.
    Gli obiettivi della squadra?
    “Sono venuto qui per entrare nei primi tre posti, con un po’ di fortuna potremmo lottare anche per lo Scudetto. Vogliamo vincere qualcosa”.
    Cosa vuoi dire agli scettici?
    “E’ meglio fare che parlare, chi è scettico aspetti di vedermi in campo prima di parlare. Erano scettici anche quando arrivai alla Lazio…”.
    Tanti argentini nella storia viola?
    “Si, specialmente Batistuta per noi argentini è molto importante”.
    Il Tottenham?
    “E’ una squadra forte, gioca bene al calcio con Pochettino. Sarà una bella partita, non dovremo fare errori e dovremo approfittare dei loro”.

    presentazione Zarate