Zenga: “Fiorentina brava a compattarsi e a reagire dopo la tragedia di Astori”

1



Walter Zenga, tecnico del Crotone, ha parlato a margine della cerimonia di consegna della Panchina d’oro 2018. Queste le sue dichiarazioni rilasciate ai media presenti, tra i quali Fiorentina.it: “Noi ce la giochiamo, rispettando sempre gli avversari ma abbiamo 10 partite davanti e dobbiamo giocare con la nostra mentalità, senza farci condizionare da alcuna situazione. Il Crotone era già allenato molto bene prima che arrivassi, con un’identità di gioco precisa, io ho solo messo le mie idee. A mio modo di vedere giochiamo bene, siamo una squadra che gioca. Secondo me dovremmo avere più punti di quanti ne abbiamo ottenuti, questo non dev’essere un alibi ma un dato di fatto da accettare e da usare come stimolo per tirarci fuori da questa situazione”.

Fiorentina? È una bella squadra, allenata da un grande tecnico. Soprattutto, diventa difficile parlare dopo quel che è successo. Loro sono stati bravi a compattarsi e prendere forza da una tragedia dalla quale non si riesce a venire fuori. Penso alla famiglia di Davide, allo spogliatoio. Anche il saluto che i compagni fanno è molto bello, molto particolare. Da fuori ho notato una grandissima reazione, non pensavo giocassero col Benevento. Io ho guardato la partita col Torino, volevo guardare anche quella prima col Chievo per studiare la difesa a tre, ma c’era Lui e ho spento dopo 5 minuti”.

Scudetto? Io dico ancora Napoli, come ho detto dall’inizio dell’anno. Nazionale? E’ un discorso molto lungo, non si può affrontarlo dopo due partite. Buffon? Gigi è un’icona del calcio, una leggenda. Ha tutto il diritto di decidere quando smettere. Portiere più forte della Serie A? Buffon sembra che abbia i 18 anni di Donnarumma; Donnarumma sembra che abbia i 40 anni di esperienza di Buffon. Ma Allison è il portiere che mi ha impressionato di più”.

1
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Chianti
Ospite
Chianti

Dico solo che al di là di tutto Zenga mi è simpatico soprattutto da quando mandò a quel paese quell’incompetente (e dico poco) di varriale dueante un’ntervista televisiva e con quel pseudo giornalista che bslvettava minacciandolo di querela con Zenga che gli diceva che gli tremavano le gambe dalla paura….
Epico….
Poi simpatico non lo è ma quella di una gag da togliersi il cappello per domande inutili, controsenso e solo provocatorie di chi è solo agli ordini del potere….
La solita Italietta…..

Sempre con Davide nei nostri cuori!!!

Articolo precedenteCambiare è bello, ecco Pioli il trasformista
Articolo successivoTorneo di Viareggio, le formazioni ufficiali di Juventus-Fiorentina
CONDIVIDI