Zenit di nuovo su Sousa. Dalla Russia rilanciano il nome del portoghese per la panchina

7



Come riporta La Nazione, lo Zenit di San Pietroburgo avrebbe di nuovo messo nel mirino Paulo Sousa. Le indiscrezioni provengono soprattutto dai media russi, che rilanciano il nome del tecnico portoghese come prossimo allenatore del club che già nella scorsa primavera aveva corteggiato Sousa. Famosa (ed indigesta) allo stesso Sousa fu quella cena proprio con i dirigenti russi a Firenze nella settimana di Empoli-Fiorentina con tanto di presenza del dg dei russi al Castellani nel giorno del ko 2-0 dei viola.

7
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
roberto
Ospite
roberto

Si continua a dare addosso a Sousa, che avrà dei difetti come tutti, ma di sicuro è un allenatore che sa far giocare la squadra un calcio moderno e propositivo…poi se hai certi giocatori non puoi pensare di vincere sempre. Di fatto il suo più grande errore (se così si può dire) è stato quello di dire certe cose vere che hanno destabilizzato l’ambiente, specialmente i giornalisti che sentendosi accusati di travisare le sue parole,permalosi come sono è parso il vero di dargli addosso su qualsiasi cosa condizionando il giudizio dei tifosi che purtroppo continuano a dare credito a questi… Leggi altro »

Giancarlo
Tifoso
giancarlo

ROBERTO, mi spiace contraddirti, ma Sousa e’ un mediocre in tutto: nella formazione della squadra, nei cambi e soprattutto, molto presuntuoso.

Viola 1951
Ospite
Viola 1951

E vai Sousa…… Chi vuole vincere facile va allo zenit….per poi darsi arie da grande tecnico……..furbacchione come il pelato che l’ha preceduto….che, da noi, è uscito da 4 competizioni su 3…….

ALE68LEBAGNESE
Tifoso
Member

DI SICURO SI SA VENDERE BENE,LUI E LE SUE SUPERCAZZOLE IN PORTOGHESE

AlessandrodaVada
Tifoso
AlessandrodaVada

Zenit Dortmund, Rubentus…
“Madiventeràungrandeallenatore” uno e.trino…

Tiziano
Ospite
Tiziano

Credo che Sousa ne sappia di calcio e potrà, nei prossimi anni, diventare un buon allenatore..
Purtroppo per lui è fragile di testa, portato alle ripicche ed agli infantili dispetti.
Per diventare un allenatore e, come a lui piacerebbe, un manager vincente, la parte umana così scadente è una zavorra insormontabile.

Giancarlo
Tifoso
giancarlo

Allora caro TIZIANO, se e’ una zavorra insormontabile, mai protra’ diventare un buon allenatore.

Articolo precedenteGonzalo: non ci sono margini per rinnovare. Il nuovo leader dietro sarà Astori
Articolo successivoL’Inter tornerà alla carica per Berna offrendogli il doppio di ingaggio. Ancelotti lo segue
CONDIVIDI